Laurea Magistrale

Test Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche

di Angelo Del Vecchio

La Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche è un traguardo a cui ambiscono molti colleghi. Superare il test di ammissione però non è facile. Con lo studio, alcuni accorgimenti e una lettura approfondita del bando le possibilità di riuscita aumentano.

Ammissione test

Diventare Dottore Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche è un sogno per tanti Infermieri

Il test di ammissione alla Laurea Magistrale

L’esame di ammissione si svolge contemporaneamente in tutte le Università Italiane. Esso prevede una prova scritta articolata in 80 quiz a risposta multipla.

Solitamente il test è composto da:

  • 32 domande teorico-pratiche di Infermieristica e Ostetricia;
  • 18 domande di logica e cultura generale;
  • 10 domande sulle scienze umanistiche e socio-antropologiche;
  • 10 domande su materie scientifico-matematiche, informatiche, linguistiche e statistiche;
  • 10 domande su regolamentazione della professione e legislazione sanitaria.

Tutti i candidati, sulla carta, possono ottenere fino a 100 punti

La Commissione d’esame per valutare il candidato ha a disposizione un totale di 100 punti di cui:

  • 20 riservati ai titoli;
  • 80 riservati alla prova scritta.

L'ammissione è quindi determinata in larga parte dalla prova scritta e in misura più contenuta, ma in ogni caso significativa, dal possesso dei vari titoli formativi del candidato.

Quanto tempo ha a disposizione per la prova il candidato?

Il tempo a disposizione è di 120 minuti, che non sono quasi mai sufficienti a leggere tutti i quesiti. Il consiglio è quello di rispondere immediatamente alle domande di cui si conosce la risposta, evitando perdite di tempo, per poi tornare sui quesiti più dilemmatici.

Come viene calcolato il punteggio dei quiz?

Per valutare le prove vengono utilizzati i seguenti punteggi:

  • 1 punto per risposta esatta;
  • -0,25 punti per risposta sbagliata;
  • 0 punti per risposta non data.

In caso di parità di voto tra più candidati, prevale in maniera decrescente l’aspirante corsista magistrale che ha ottenuto risposte esatte a più domande nei settori disciplinari secondo il seguente ordine:

  • teorico-pratiche sull’Infermieristica e sull’Ostetricia;
  • logica e cultura generale;
  • regolamentazione della professione e legislazione sanitaria;
  • materie scientifico-matematiche, informatiche, linguistiche e statistiche;
  • scienze umanistiche e socio-antropologiche.

Rendere al massimo durante la prova selettiva

La commissione vi doterà di tutto l’occorrente per svolgere la prova: 1 foglio con le istruzioni, 1 foglio con le generalità anagrafiche (da controllare), 1 plico sigillato con la prova d’esame, 1 scheda per le risposte, due buste per la prova e per i dati personali, 1 penna.

Concentrarsi sul proprio compito, organizzare dettagliatamente il tempo a disposizione e non lasciarsi scoraggiare da pensieri negativi sono tecniche di base che restano sempreverdi.

Ricordatevi di:

  • usare solo la penna fornita dalla commissione;
  • segnare la risposta solo quando effettivamente sicuri della scelta;
  • seguire in maniera precisa quanto indicato dalla commissione per la compilazione delle schede di risposta.

In commercio esistono molti testi ben fatti, utili alla preparazione al test di ammissione per Lauree in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche; trovare il tempo di sperimentare quiz e simulazioni, anche in gruppo con dei colleghi, può rivelarsi una strategia vincente.

Commento (0)