Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Dalla redazione

Flash Mob, a Napoli studenti infermieri cantano e ballano contro la violenza

di Rosario Scotto di Vetta

Flash Mob Napoli

In occasione della giornata internazionale dell'infermiere, studenti infermieri hanno cantato, recitato poesie, realizzando infine un Flash Mob contro la violenza attirando l’attenzione di tantissimi passanti e turisti.

NAPOLI. Un Flash Mob contro la violenza di genere è stato inscenato a Piazza del Gesù Nuovo a Napoli in occasione della giornata internazionale dell’infermiere, il 12 maggio. Un evento che ha visto Anna Maria Iannicelli, infermiera e presidente dell’associazione Codice Rosa, portare in piazza decine di studenti del Corso di Laurea di Infermieristica dell’Università Federico II di Napoli in collaborazione con il Collegio IPASVI di Ciro Carbone.

“Incontriamo tante persone in pronto soccorso, solo che molte donne non dicono di aver subito una violenza, ce ne accorgiamo noi e le aiutiamo. Vogliamo essere la voce di queste persone che non ci sono più e che non siamo riusciti ad aiutare perché l’hanno uccise. Questo è il nostro modo di fare prevenzione contro la violenza di genere, contro la violenza sulle donne, sui minori, l’omofobia e sugli anziani.” Queste le parole di Anna Maria Iannicelli pronunciate ai microfoni di Nurse24.it prima che iniziasse l'intera rappresentazione in programma.

Sensibilizzare i cittadini a denunciare violenza di ogni genere; sensibilizzare gli studenti infermieri verso una tematica delicata tanto quanto la pelle di una donna, di un minore o di un debole anziano. Tra gli studenti infermieri che hanno partecipato al Flash Mob, Sabrina Marletta: “la dott. Iannicelli ha organizzato l’evento coinvolgendo anche noi infermieri poiché dobbiamo essere attivi sul tema fin da subito considerando che vedere una donna che ha subito violenza al PS è all’ordine del giorno.”

Sabrina, insieme ad alcune compagne di corso, erano in tirocinio proprio quando arrivò uno dei casi più chiari di violenza domestica: “Mi è capitato di assistere all’ospedale Cardarelli di Napoli al caso dalla ragazza di Pozzuoli, incinta, ustionata dal compagno. La storia di quella ragazza fece subito notizia, per me fu un esperienza molto formativa ma allo stesso tempo orribile”.

È così, al Piazza del Gesù, nel bel centro della città di Napoli hanno cantato "You are so beautiful" di Joe Cocker, recitato poesie di forte commozione e sentimento, realizzando infine un Flash Mob attirando l’attenzione di tantissimi passanti e turisti.

Studenti-Infermieri-Napoli

Commento (0)