Nurse24.it

La salute è un diritto di civiltà. Tutelarla è un impegno degli infermieri

di Marco Alaimo

24c01e452493eba0f9e741ef09a2d61a

Lo slogan scelto dalla Federazione nazionale Ipasvi per la Giornata internazionale dell'Infermiere 2013 rilancia il decisivo ruolo affidato alla professione infermieristica in un periodo particolare e in un contesto di difficoltà per il nostro paese.

24c01e452493eba0f9e741ef09a2d61aPISTOIA.  Gli Infermieri da sempre si sono alleati con i cittadini e questo è un elemento che ha caratterizzato l’agire quotidiano di ogni professionista della salute e in particolare gli infermieri italiani. Anche questo 12 Maggio, ricorrenza della nascita della fondatrice dell’Infermieristica, Florence Nightingale, come una scienza a tutela della salute, gli infermieri sentono tutto il peso di questa “Tutela della salute”, una garanzia che i cittadini si meritano e che le istituzioni ci chiedono.

Il cammino intrapreso verso uno sviluppo professionale sempre più adeguato alle richieste della popolazione, una formazione universitaria in continuo aggiornamento con le più moderne ricerche scientifiche richiedono quindi un impegno fondato su solidi valori deontologici e su una diffusa assunzione di responsabilità a cui è doveroso corrispondere un adeguato riconoscimento professionale e la valorizzazione dell’immagine sociale.

Gli Infermieri ci sono e sono pronti a garantire la tutela della salute consentendo al sistema sanitario italiano di continuare a garantire prestazioni e servizi. L’Azienda USL3 Pistoia è sempre stata sostenitrice degli slogan e dei progetti nazionali del Collegio. Questo 2013 verrà infatti affrontato dall’Azienda come un periodo storico importante.

La totalità delle forze infermieristiche è concentrata sulla imminente apertura del nuovo ospedale e gli impegni presi per i nuovi progetti organizzativi assistenziali richiederanno non pochi sforzi ma la professionalità infermieristica saprà sicuramente dare il meglio di sé come sempre ha fatto. Le sfide ci sono, gli impegni anche, la voglia di miglioramento e di partecipazione attiva nella salvaguardia della salute dei cittadini è fondamentale per ogni professionista sanitario e ne rappresenta una risorsa fondamentale.

Questo 12 maggio sarà quindi non tanto un atto celebrativo a livello nazionale e internazionale sulla figura infermieristica, ma piuttosto un momento di riflessione sul ruolo fondamentale che la professione può avere in questo periodo di cambiamento. A ognuno di noi sta la capacità di custodire e far crescere una risorsa importante per tutta la collettività e per la tutela della nostra salute.

Commento (0)