Nurse24.it
Iscriviti al corso FAD

Ordine Infermieri

Competenze specialistiche, l'Opi Pescara chiede il riconoscimento

di Redazione

Hanno competenze specialistiche invidiate e ricercate in tutta Europa. Eppure gli infermieri non hanno visto alcun riconoscimento. Ecco da dove parte il sollecito dell’ordine degli infermieri di Pescara alle istituzioni abruzzesi per il riconoscimento delle prestazioni infermieristiche e per attivare gli ambulatori infermieristici sul territorio.

Pescara, l'evento dell'Opi del 12 maggio 

opi pescara

Un momento dell'evento del 12 maggio

L’Opi ha organizzato un evento in occasione del 12 maggio, giornata internazionale degli infermieri. L’evento, con la collaborazione dell’Università G. D’Annunzio, del Comune di Pescara, della Regione Abruzzo, di CittadinanzaAttiva e dell’associazione per la tutela del malato di Pescara, si è svolto all’Auditorio L. Petruzzi del Museo Genti d’Abruzzo ed è stato anche l’occasione per fare un confronto con il sistema sanitario inglese. Sono più di 2.500 gli infermieri italiani emigrati in Uk, con un incremento del 70% negli ultimi tre anni, secondo le stime della Fnopi. Ne è emerso un grande gap tra l’Inghilterra e l’Italia. In Uk, solo per fare un esempio, gli infermieri italiani già impiantano pacemaker o prescrivono farmaci nei propri ambiti di specializzazione. In Italia, invece, ci sono ancora molti ostacoli all’autonomia infermieristica.

Durante il convegno è stata ascoltata la voce dei cittadini che hanno chiesto più assistenza territoriale con il rispetto dell’umanizzazione delle cure e una comunicazione adeguata, che faccia da tramite tra loro e le istituzioni. Anche da qui parte l'appello dell'Opi Pescara ad attivare ambulatori infermieristici sul territorio. 

Commento (0)