Nurse24.it

testimonianze

Mobbing in tirocinio, così infrangono il mio sogno

di Redazione

Questa è la storia di un sogno infranto per colpa di tutor e un sistema universitario al limite dell’assurdo. Questa è la storia di Raffaele P., studente di Infermieristica di 48 anni.

Io vittima di mobbing in tirocinio, ora mi prendo un anno sabatico

Pugno di rabbia

Mobbing in tirocinio, Raffaele: Stanno infrangendo il mio sogno

Nel 2011 mi iscrissi alla facoltà di Infermieristica dell’università del Piemonte orientale. Già l’inizio fu difficile, riprendere in mano i libri dopo 20 anni non è stata cosa semplice. Ma tra mille difficoltà, piano piano, passai gli esami, ripetei l’anno e a luglio diedi l’esame di tirocinio con esito negativo. A settembre chiesi di fare l’esame con un testimone presente e il risultato fu un 31 e una media finale del 27. Al secondo anno a luglio mi rifiutai di dare l’esame, perché dissi di no al tirocinio in Medicina a Novara, a 90 km di distanza e con mio padre gravemente malato.

Telefonai alla coordinatrice del reparto chiedendo di sapere gli orari per organizzarmi, visto che lavoravo anche. Mi fecero una scenata, perché mi ero permesso di telefonare. Risposi che avrei rinunciato al tirocinio e così fui spedito all’ospedale di Borgomanero, reparto di Medicina, per due mesi.

Fu il peggior tirocinio della mia vita, arrivai al punto di aver paura ad entrare in reparto. Al giudizio finale mi ritrovai commenti assurdi, del tipo che non rispetto la privacy del paziente, fornisco le condizioni del paziente ai famigliari ecc … Proprio io che da 10 anni lavoro sulle ambulanze del 118? E il tutto senza mai aver avuto richiami sul lavoro. Così mi rifiutai di firmare il giudizio e mi presento in università per spiegare il motivo.

Tra minacce di denunce per il giudizio sulla privacy e incomprensioni varie, riuscii finalmente a dare l’esame a settembre. Ma ancora con esito negativo. Un’odissea che è arrivata ad oggi. Ho passato tutti gli esami tranne quello del tirocinio e quindi mi ritrovo ad oggi incastrato in questa università che mi nega il mio sogno.

Ricorderò gli anni universitari come i peggiori della mia vita

Dire che sono stato vittima di mobbing è poco. Per ora ho deciso di prendermi un anno sabatico. Non so se poi riprenderò Infermieristica, ma trovo assurdo che i sogni di tanti giovani si debbano infrangere contro scogli assurdi come il sistema universitario italiano e i tutor di tirocinio.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)