libero professionista commercialista partita iva giovanni benaglia

ENPAPI

Periodo di maternità, la copertura assistenziale

di Redazione

Enpapi comunica i dettagli sulla copertura assistenziale nel periodo di maternità, specificando che l'indennità può essere erogata anche in caso di gravidanza a rischio.

La copertura assistenziale Enpapi nel periodo di maternità

Il Consiglio di Amministrazione può deliberare l’erogazione di un’indennità di maternità a favore degli iscritti contribuenti da almeno un anno alla Gestione Principale, benché svolgano contemporaneamente attività di lavoro dipendente a tempo parziale, purché disposto con orario inferiore o pari alla metà del tempo pieno, in regola con la posizione contributiva, quando ci sia un’interruzione dell’attività lavorativa per un periodo pari o superiore a 30 giorni.

L’indennità può essere, altresì, erogata anche nei casi di gravidanza a rischio. In questo caso sarà necessario presentare una certificazione medica, redatta su carta intestata del medico curante e contenente la specifica della data presunta del parto, datata successivamente al periodo di interruzione dell’attività lavorativa, considerando che, per la sola prima tranche di pagamento, la durata della malattia dovrà essere almeno pari a 30 giorni.

L’erogazione avverrà in più quote, in relazione ai certificati periodicamente rilasciati, e no al compimento del 7° mese. Infatti, successivamente subentrerà la tutela obbligatoria a titolo di indennità di maternità prevista dall’attuale normativa (D.Lgs. 151/2001).

La domanda, compilata su apposito modulo e sottoscritta dal richiedente la prestazione, deve essere inviata all’Ente entro 180 giorni, decorrenti dal giorno in cui è cessata la menomazione della capacità lavorativa, comunque entro e non oltre il 31/12/2017.

Commento (0)