Nurse24.it

letti ospedalieri

Materassi antidecubito ed efficacia nella prevenzione di Ldp

di Sandra Ausili

Tra le sfide più impegnative che gli operatori sanitari si ritrovano ad affrontare c’è la prevenzione di una delle più temute conseguenze dell’invecchiamento e dell’allettamento prolungato: l'insorgenza di lesioni da pressione (Ldp), che, oltre ad impattare negativamente sulla qualità di vita dei pazienti (e dei loro familiari), comportano anche un notevole dispendio economico. Tra le raccomandazioni per la prevenzione delle Ldp trova posto l’utilizzo di una superficie antidecubito che permetta un’adeguata ridistribuzione della pressione di appoggio, come nel caso di Clinicare 100HF, un sistema antidecubito di tipo preventivo ibrido, al quale può essere associata la terapia a micro cessione d’aria, sulla scia delle linee guida NPUAP/EPUAP.

Ldp: l'efficacia dei materassi antidecubito nella loro prevenzione

Per lesione da pressione si intende una lesione localizzata alla cute e/o al tessuto sottostante, solitamente localizzata su una prominenza ossea, come conseguenza diretta di una elevata/prolungata compressione, o di forze di taglio o stiramento, che determinano uno stress meccanico ai tessuti e la strozzatura dei vasi sanguigni (EPUAP/NPUAP, 2016).

Il momento determinante dello sviluppo di una lesione da pressione si raggiunge quando la forza comprimente fra superficie corporea e piano di appoggio è più alta della pressione presente nel distretto arteriolo-capillare, per cui viene a crearsi una condizione di ischemia.

Ma le forze di pressione non sono le sole a determinare la formazione di una lesione: vi contribuiscono, infatti, anche le forze di stiramento o taglio, quelle di attrito o frizione, l'umidità, l'aumento della temperatura locale e l’apporto nutrizionale.

Clinicare, il materasso reattivo ad alta efficienza nel prevenire Ldp

Clinicare 100HF di Linet è un sistema antidecubito di tipo preventivo ibrido, in quanto sfrutta contemporaneamente la tecnologia del memory foam e quella di un sistema dinamico a celle per aumentare il comfort del paziente allettato da un lato e per modificare automaticamente i punti di appoggio dall'altro.

scopri tutti i cambi compensativi

Al sistema antidecubito Clinicare 100HF può essere associata anche la terapia a micro cessione d’aria, seguendo le attuali linee guida del Pressure Ulcer Advisory Panel (NPUAP) e del European Pressure Ulcer Advisory Panel (EPUAP).

Clinicare 100 HF, combinando i benefici dei materassi statici e dei sistemi attivi, fornisce un’efficace prevenzione delle lesioni da decubito per un’ampia tipologia di pazienti.

Il suo speciale strato di schiuma - in schiuma viscoelastica, è profilato in modo da migliorare la prevenzione delle ulcere da decubito - crea un migliore comfort rispetto ai materassi standard mentre le celle d'aria ottimizzano ulteriormente le pressioni di contatto.

Prevenzione lesioni da pressione
Raccomandazioni* Efficacia di Clinicare 100HF
Ridurre al minimo l’esposizione della cute all’umidità causata da
incontinenza, sudorazione o secrezione delle ferite
La micro cessione d'aria aiuta a gestire le condizioni generali e la salute cutanea del paziente riducendo il rischio di danni da umidità e permettendo la naturale termoregolazione del corpo
Incoraggiare i pazienti a rischio di sviluppare una Ldp a cambiare la loro posizione frequentemente e almeno ogni 6 ore. Laddove il paziente non fosse in grado di agire autonomamente, offrire aiuto avvalendosi di ausili idonei Tecnologia memoryform e sistema dinamico a celle - ai quali può essere associata la terapia a micro cessione d'aria - seguono le attuali linee guida NPUAP/EPUAP
Prevedere l’utilizzo di una superficie antidecubito per permettere una adeguata ridistribuzione della pressione di appoggio La sezione talloni dedicata con inclinazione di 7° massimizza lo scarico della pressione sui talloni
Frequenza del riposizionamento determinata (tra le altre cose) dalle condizioni del paziente e dagli obiettivi generali di trattamento Clinicare100 HF è in grado di funzionare sia con il compressore che senza, in base alle esigenze cliniche del paziente
*Alcune delle raccomandazioni NICE 2014 e WUWHS 2016

Quando il compressore è connesso al materasso, il livello di umidità tra il telo di copertura e la pelle del paziente è ottimale. Questo permette di ridurre sensibilmente il rischio di danni da macerazione, garantendo il naturale processo di termoregolazione. In più, la cover di protezione - facilmente rimovibile grazie alla cerniera a 360° e sanificabile a parte - è allungabile nei 4 sensi e riduce il rischio dovuto alle forze di frizione.