Forum : Oss - Operaratore Socio Sanitario Oggi è 20 lug 2019 16:18

Messaggioda frederik881 22 apr 2018 06:19

Pare che esistano diverse persone che si dicono OSS e che poi dichiarano candidamente di aver ricevuto a casa l'attestato pagando tremila euro senza aver mai frequentato un solo giorno di lezione o di tirocinio.

Ora questi "personaggi" che non sanno nemmeno lavorare non avendone le competenze, pretendono pure di partecipare a concorsi pubblici e spesso occupano posti di lavoro causando un danno a tutti i veri OSS e un rischio concreto per la salute dei pazienti.

Forse servirebbe un albo nazionale degli OSS che possa verificare le liste regionali dei titoli emessi per evitare i furbetti della fotocopia che dalla Lombardia alla Campania si aggirano nel nostro paese mettendo a rischio il lavoro e l'immagine di tutti i veri OSS che hanno dovuto studiare e sudarsi l'attestato e le proprie esperienze.

Il lavoro degli OSS é frutto di un percorso e il risultato di passione e professionalità e l'introduzione di corsi di aggiornamento come gli ECM potrebbe rappresentare un ulteriore stimolo per allontanare i truffatori che ci "rubano" letteralmente il lavoro senza averne titolo né le capacità.
Purtroppo non posso chiamare colleghi coloro che esibendo un titolo falso non conoscono nulla della professione e non sanno nemmeno rapportarsi ai pazienti in modo professionale e competente .

Forse costoro pensano di fare i badanti peccato che anche per i badanti sia ormai necessario un corso regionale per evitare di mettere in pericolo la salute del prossimo.

La professione di OSS non consiste nel cambiare un pannolone e anche la valutazione delle situazioni e dei segni clinici richiede capacità personali e formazione specifica come per la mobilizzazione dei pazienti che richiede conoscenza e perizia.

Poi quegli stessi personaggi in qualche occasione pensano di poter somministrare farmaci ai pazienti come se nulla fosse e se viene loro spiegato loro che tale pratica esula dai compiti dell'OSS rispondono ancora "e che ci vuole a contare dieci gocce?"
Forse abbiamo sbagliato qualcosa ?

A me risulta che solo con la formazione complementare in assistenza sanitaria conseguita in struttura publica seguita da esame con rappresentante IPASVI (quindi competenze acquisite) oltre a una attribuzione specifica da parte dell'infermiere permettono la somministrazione di famaci rispettando la prescrizione del medico e le indicazioni dell'infermiere.
Poi indipendentemente dalla formazione conseguita forse occorre rispettare i rispettivi ruoli .
L'OSS non deve sostituirsi all'infermiere ma collaborare .
frederik881
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 22 apr 2018 05:58

Torna a “Oss - Operaratore Socio Sanitario”