Forum : Oss - Operaratore Socio Sanitario Oggi è 16 lug 2019 12:40

Messaggioda Cristofaro 23 nov 2018 11:30

Sondino nasogastrico (SNG), gastrostomia e digiunostomia endoscopiche percutanee (PEG o PEJ) sono tre metodi differenti che consentono la somministrazione di nutrienti e farmaci ai pazienti che, in alcuni momenti della loro vita o in modo definitivo a seguito di disturbi, malattie acute o croniche, interventi chirurgici importanti, non sono in grado di alimentarsi adeguatamente in modo tradizionale.

In tutti e tre i casi, la corretta gestione delle sonde che collegano lo stomaco o l'intestino all'esterno del corpo, è di pertinenza del medico o dell'infermiere.

All'Oss è chiesto di supportare i sanitari nella sorveglianza del paziente portatore di SNG, PEG o PEJ e del suo stato di salute, nonché di controllare e segnalare eventuali anomalie presenti nella zona interessata dall'intervento
Esistono tuttavia dei compiti specifici che l'Oss deve assolvere, senza sforare di competenza.

All'inizio di ogni turno, le prime cose di cui l'oss deve accertarsi, una volta entrato in camera di un paziente portatore di sondino naso gastrico, sono che:

il paziente si trovi in posizione semiseduta (30°). Questo per prevenire un eventuale reflusso, ma anche per facilitare la peristalsi fisiologica
il sondino sia ben fissato
non ci siano arrossamenti sull'ala del naso o lesioni all'interno delle narici.
L'operatore è tenuto ad avvisare l'infermiere ogni volta che noterà delle anomalie e dovrà preoccuparsi dell'igiene del naso e dell’igiene del cavo orale.
Cristofaro
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 11 set 2018 14:00

Torna a “Oss - Operaratore Socio Sanitario”