Nurse24.it
scopri i vantaggi della convenzione

Sentenza

150mila euro dalle casse Ipasvi, ex segretario condannato

di Redazione

Due anni di carcere, con pena sospesa, e una provvisionale di 30 mila euro. È la condanna emessa dal giudice del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Giuseppe Letizia, 57 anni, ex segretario del collegio Ipasvi di Caserta, che si sarebbe intascato 150mila euro prelevati dalle casse del collegio.

Caserta, l’ex segretario Ipasvi condannato per aver intascato 150 mila euro

soldi infermieri

L'accusa per Letizia è di appropriazione indebita aggravata

L’accusa è di appropriazione indebita aggravata. Secondo il giudice di primo grado, Benedetta De Risi, Letizia avrebbe intascato 150mila euro, sottraendoli dalle casse del collegio degli infermieri. Tutte somme corrisposte per la riscossione dei tributi dagli iscritti all’Ipasvi locale dal 2010 al 2013. Somme che Letizia metteva “fuori ruolo” e quindi non conteggiate nei bilanci. Ma somme che l’ex segretario in parte intascava, invece di riversarle nelle casse del collegio. Il pm aveva chiesto quattro mesi e una multa di 800 euro, ma il giudice ha ritenuto l’accusa ben più grave.

A fare mea culpa era stato lo stesso ex segretario, quando nel 2013, davanti all’allora presidente del collegio Concetta Galassi, che poi lo ha denunciato, aveva ammesso di essersi intascato i soldi e si era detto disposto a pagare l’ammanco con cinque cambiali da 30 mila euro l’una. Mai giunte però nelle casse dell’Ipasvi locale. Poi Letizia aveva ritrattato, dicendosi estraneo ai fatti.

Nessun dubbio – scrive il giudice nella sentenza – circa il maneggio personale del Letizia del denaro proveniente dalla riscossione dei canoni e delle quote dei membri del collegio, come comprovato dalle ricevute di consegna sottoscritte proprio dall’imputato in occasione dei passaggi di denaro.

Commento (0)