Nurse24.it

Attualità Infermieri

Spariscono fiale di morfina, a processo medici e infermieri

di Redazione

Accusati di aver sottratto delle fiale di morfina dal reparto e di aver manomesso il registro di carico e scarico stupefacenti. Per questo motivo sono a processo tre medici e tre infermiere dell’ospedale di Fossombrone (PU).

Urbino, infermiere e medici a processo per sparizione di morfina

L'utilizzo di morfina deve essere documentato nell'apposito registro di carico e scarico degli stupefacenti

Avrebbero fatto sparire delle fiale di morfina dal reparto di emergenza dell’ospedale di Fossombrone, nel 2010 e avrebbero manomesso il registro di carico e scarico degli stupefacenti.

Sono queste le contestazioni per tre medici e tre infermiere, accusati inoltre di “non aver denunciato la sparizione delle fiale e di aver falsificato la documentazione”, come spiega il pm Simona Catani.

Il registro, infatti, presenterebbe delle annotazioni scorrette, atte a non far evidenziare la mancanza di morfina.

Fiale scomparse che, secondo Adolfo Scalfati - avvocato di uno dei medici imputati, Massimo Baldassarri - sono due e non quattro e, comunque, sono state ritrovate. La tesi degli investigatori secondo la quale ci sarebbe dietro un traffico di stupefacenti è infondata.

Intanto oggi al tribunale di Urbino sono state acquisite le intercettazioni telefoniche e ambientali disposte dal magistrato; la prossima udienza è prevista pe ril 12 luglio, quando saranno ascoltati i testimoni richiesti dal pubblico ministero.

Commento (0)