Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Collegio Ipasvi Matera: una lista fondata sugli otto punti programmatici di Nurse24.it

di Redazione

Ipasvi

Nel collegio IPASVI di Matera si fa sul serio e nasce un movimento di Infermieri giovani e meno giovani che vogliono mettersi in gioco per cambiare la struttura dal basso. Nasce così una lista di amici e colleghi che si rifanno espressamente agli otto punti programmatici proposti da Nurse24.it.

Ma vediamo nel dettaglio cosa propongono gli amici dei "Sassi" che vogliono realizzare dal Sud la "Casa degli Infermieri Italiani".

Comunicato ai colleghi di Matera

Caro/a collega, siamo un gruppo di infermieri stanchi del perdurare di una situazione di “immobilismo” da parte del nostro Collegio, all’interno del quale si avvicendano ormai da anni sempre le solite persone che, con la scusa di “garantire una continuità”, poco o nessuno spazio lasciano a chi desidera affacciarsi alla vita del Collegio stesso per meglio capirne le dinamiche, le scelte e soprattutto quelle che sono le potenzialità stesse (spesso inattuate) che il nostro organo istituzionale possiede. Sposando l’idea lanciata dal team del quotidiano infermieristico on line più seguito in Italia, Nurse 24, (www.nurse24.it) , facciamo nostri gli otto punti che riteniamo al momento fondamentali per ridare dignità agli infermieri italiani e per far sì che la nostra categoria giunga a ottenere quella dignità professionale che gli spetta aggiungendo a questi un ulteriore punto.

Scendiamo in campo al fine di realizzare, col nostro impegno e col vostro aiuto, quanto segue:

1. Allontanamento di Equitalia dai Collegi Ipasvi e dall’ENPAPI

2. Trasformare l’Ipasvi nella “Casa deli Infermieri Italiani”

3. Superamento del precariato e della disoccupazione in ambito infermieristico attraverso la creazione di tavoli contrattuali e di confronto con aziende pubbliche e private

4. Lotta al demansionamento e allo “sfruttamento” dei colleghi nelle strutture pubbliche e private

5. Più garanzie per il lavoro nel settore della libera professione

6. Superamento delle eventuali incompatibilità etiche tra ruoli di coordinamento e direzione con incarichi nell’Ipasvi

7. Ritorno in Italia dei colleghi costretti a emigrare all’estero in cerca di lavoro 

8. Revisione della legge elettorale Ipasvi

9. Formazione gratuita o al massimo “a prezzo di costo” per tutti gli iscritti al Collegio Ipasvi della provincia di Matera (formazione di qualità e non una semplice “raccolta punti”).

A tal proposito abbiamo inserito all’interno della nostra lista di candidati alle prossime elezioni, infermieri che prestano la loro opera in strutture pubbliche, cooperative, strutture private, liberi professionisti, precari e disoccupati, poiché riteniamo necessario che un organo istituzionale dalle potenzialità enormi ma spesso (volutamente?) dimenticate debba far sentire la propria voce in tutti quei contesti che vedono interessato ogni singolo infermiere, altrimenti non avrebbe alcun senso parlare di “Collegio” se la stessa natura collegiale dell’istituzione dovesse essere snaturata e privata del suo significato. Siamo semplici infermieri, non dirigenti o coordinatori con la possibilità di “convincere” altri a votarci.

Siamo arrabbiati, così come lo sei anche tu, e vogliamo come te che la deprecabile situazione in cui l’infermieristica italiana versa, giunga finalmente a termine. Ti chiediamo dunque di aiutarci a dare il via ad un cambiamento e a uno “svecchiamento” della nostra professione, poiché ne abbiamo piene le tasche di promesse, parole, chiacchiere dette sempre al fine di placare gli animi e di far sì che le cose rimangano immutate.

Non accusiamo nessuno, riteniamo solo che molto si poteva fare ma poco è stato fatto, e la colpa non è solo di chi fino a ora “si è seduto su determinate poltrone”, la colpa è di tutti noi, capaci solo di lamentarci e di sottostare a situazioni anacronistiche che ancora oggi ci fanno apparire come figure secondarie all’interno della sanità italiana. Siamo infermieri, siamo professionisti, siamo indipendenti da altre figure e vogliamo dimostrarlo.

Non rimanere seduto passivamente a guardare gli eventi che si abbattono su di te e sui tuoi colleghi!

 

entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)