Nurse24.it

Expo 2015, Milano aumenta livelli di sorveglianza in pronto soccorso

di Rosario Scotto di Vetta

Expo 2015

Cittadini, dottori, infermieri e tutti coloro che lavorano o si rivolgono al pronto soccorso saranno più ‪‎sicuri in vista dell'Expo 2015 di Milano.

La città di Milano, a partire dal 1° maggio, sarà la capitale mondiale del business e ieri in Consiglio Regionale della Lombardia‬ è stata approvata la mozione che prevede un finanziamento straordinario della Regione ai pronto soccorsi degli ospedali più vicini al sito di Expo 2015. Adesso, oltre al nuovo personale medico e infermieristico assunto per l'occasione, ci saranno più controlli.

"Per la sicurezza dei cittadini, dei medici, degli infermieri e di tutte le persone che lavorano nei pronto soccorsi degli ospedali vicino al sito di Expo è indispensabile nei prossimi mesi aumentare i livelli di sorveglianza, soprattutto la notte e nei giorni festivi. Regione Lombardia, oltre ai fondi già stanziati per il personale sanitario si è impegnata a verificare le dotazioni di sicurezza presenti negli ospedali e a prevedere un finanziamento straordinario per potenziare i controlli nei pronto soccorsi". È il commento del consigliere regionale Fabio Altitonante, primo firmatario della mozione urgente approvata in Consiglio Regionale.

"La Regione il mese scorso ha approvato il "Programma straordinario salute Expo 2015", che prevede addirittura fondi per il potenziamento del servizio di mediazione linguistica. Per questa ragione abbiamo voluto aggiungere un altro tassello all'importante impegno della Regione con Expo 2015. Nei prossimi sei mesi, dunque, daremo nuove risorse, da reinvestire sulla sicurezza, alle strutture sanitarie di riferimento per l'area dell'esposizione. Si pensi, ad esempio, all'Ospedale Sacco, al Niguarda, al San Carlo Borromeo, agli ospedali di Rho e di Legnano, al Policlinico, al Pini e all'ICP Rugabella" ha concluso il Consigliere.

Scopri i master in convenzione

Commento (0)