Nurse24.it
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

GIMBE 11°conferenza nazionale ripartirà dal principio fondamentale della campagna “Salviamo il Nostro SSN”

di Marco Alaimo

Gimbe

Diffondere le conoscenze, migliorare la salute: Iscrizioni aperte alla conferenza nazionale che in occasione del ventesimo compleanno di GIMBE, si annuncia ricco di gradite conferme e interessanti novità

BOLOGNA. Diffondere le conoscenze, migliorare la salute. Tutto pronto a Bologna per la il prossimo 4 marzo, giornata in cui ritorna l'irrinunciabile appuntamento con la Conferenza Nazionale GIMBE che, in occasione del ventesimo compleanno di GIMBE, si annuncia ricco di gradite conferme e interessanti novità.


Nurse24.it già da diversi anni segue con attenzione tutti gli eventi e la promozione della cultura delle "evidenze" grazie anche al costante impegno della Fondazione Gimbe e del suo presidente.

La lettura inaugurale del Presidente ripartirà dal principio fondamentale della campagna “Salviamo il Nostro SSN”: per contribuire alla sostenibilità della sanità pubblica è indispensabile disinvestire da sprechi e inefficienze. Quindi, protagonisti del mondo professionale si confronteranno in un avvincente forum sul valore dell’integrazione multi-professionale.

Nel Laboratorio Italia spazio a 8 progetti di eccellenza realizzati dalle organizzazioni sanitarie italiane. Non mancheranno la sessione GIMBE4young, vetrina delle opportunità per i giovani professionisti, e la consegna del Premio Evidence, del Premio Salviamo il Nostro SSN, oltre ai consueti GIMBE Awards.

Il presidente Nino Cartabellotta così si rivolge ai colleghi di tutta Italia:

Diffondere le conoscenze, migliorare la salute

Diffondere le conoscenze, migliorare la salute

Cari colleghi e amici,
dopo la tregua sancita dal Patto per la Salute nel luglio 2014, nell’ultimo anno l’agenda politica della sanità è stata occupata dal conflitto istituzionale tra Governo e Regioni riacceso dalla Legge di Stabilità 2015 (ottobre-febbraio), quindi congelata per non turbare le elezioni regionali (marzo-maggio), poi dedicata alla manovra d’estate (giugno-luglio) e infine monopolizzata dalle polemiche sul decreto appropriatezza e dallo spettro di nuovi tagli con la Legge di Stabilità 2016 (agosto-ottobre). Nel persistente clima di grande incertezza è aumentato il disagio di pazienti, professionisti e organizzazioni sanitarie che attendono da troppo tempo risposte concrete da numerosi provvedimenti: attuazione dei nuovi LEA, nuovi ticket ed esenzioni, attuazione degli standard ospedalieri, riorganizzazione delle cure primarie, nuove competenze delle professioni sanitarie (comma 566), legge sulla responsabilità professionale, etc.

Nonostante i protagonisti della politica si richiamino spesso a un sistema sanitario “tra i migliori del mondo”, la realtà della sanità pubblica italiana è ben diversa e, oggi come non mai, necessita di un riallineamento degli obiettivi politici, economici e sociali di Governo, Parlamento e Regioni, al fine di attuare un’adeguata programmazione in grado di disinvestire realmente da sprechi e inefficienze, riallocando in servizi essenziali e innovazioni.

Questo rappresenta il filo conduttore della Conferenza nell’attuazione di un principio fondamentale della campagna “Salviamo il Nostro SSN”: per contribuire alla sostenibilità del SSN è indispensabile ridurre inefficienze e sprechi che si annidano a tutti i livelli.

infermierifuturo

Infermieri del futuro, per Gimbe devono essere sempre più formati... Ops, giustamente formati!

La tassonomia internazionale degli sprechi in sanità, adattata dalla Fondazione GIMBE al SSN, dimostra che nel processo di disinvestimento e riallocazione è indispensabile coinvolgere attivamente aziende e professionisti sanitari: il sovra/sottoutilizzo di servizi e prestazioni sanitarie e l’inadeguato coordinamento dell’assistenza tra vari setting di cura, infatti, conseguono principalmente al limitato trasferimento delle evidenze scientifiche alle decisioni professionali e manageriali, che genera asimmetrie informative, diseguaglianze e sprechi.

Pertanto, se la sostenibilità del SSN deve essere basata sulla combinazione “disinvestimento e riallocazione”, occorre prevedere radicali processi di innovazione e adeguati investimenti per migliorare la produzione delle conoscenze (knowledge generation), il loro utilizzo da parte dei professionisti (knowledge management) e la governance dell’intero processo per trasferire le conoscenze all’assistenza sanitaria (knowledge translation).

In occasione dei 20 anni di GIMBE, abbiamo il piacere di invitare Istituzioni nazionali e regionali, Aziende sanitarie pubbliche e private e tutti i professionisti sanitari ad inviare i propri contributi per costruire insieme il programma dell’evento.

Vi aspettiamo a Bologna perché… se la Salute è di tutti, la Sanità deve essere per tutti.


L'iscrizione gratuita e il programma dell'evento può essere visionato online al seguente link www.gimbe.org
entra a far parte della community di priofessionistidellasalute.it >

Commento (0)