Nurse24.it

Ministra, l'utero è mio e non accetta consigli

di Mimma Sternativo

Secondo quanto ideato, il Piano si prefigge obiettivi formativi-informativi ed obiettivi sanitario-assistenziali, si propone un progetto di educazione e di didattica riproduttiva che preveda corsi di formazione sulla fisiologia e la patologia riproduttiva, il messaggio da divulgare non deve generare ansia per l’orologio biologico che corre – il tempo costituisce già per la donna moderna un fattore critico quanto piuttosto deve incentrarsi sul valore della maternità e del concepimento e sul vantaggio di comprendere ora, subito, che non è indispensabile rimandare la decisione di avere un figlio.

Riflessioni su una campagna pubblicitaria più che opinabile di un neonato Fertility Day

Alla Ministra:

Ho passato una vita a difendere le donne, ma che delusione. Purtroppo debbo constatare che non pensano. Che non sanno fare politica. Che non sono capaci di farsi venire un'idea nuova. (Ida Magli)

Ansia

Gli operatori sanitari operanti sul territorio, in particolare i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta e gli specialisti della salute riproduttiva svolgono un ruolo fondamentale nel veicolare messaggi per la promozione e la tutela della fertilità.

"Anche le farmacie possono svolgere un ruolo determinante".

Panico

Vado a vedere sul calendario: 1 settembre 2016. Mio Dio, ho 30 anni, 5 mesi, 1 giorno 18ore, 20 min e... Mi perdoni, Ministra. Non ce la faccio a contare anche i secondi. Sarà l'età!

Come dice? "La bellezza non ha età, la fertilità sì? ". Ah, ora ho capito! Devo fare un figlio, il marito non conta! Posso pure trovarlo più tardi, tanto sarò bella per sempre.

Sì dai, magari potrò trovarlo quando il bambino sarà grande, così tra lavoro, figlio e tutto il resto non dovrò proprio ammazzarmi. Sa che fatica riuscire a crescere dei figli, tenersi il lavoro e pure il marito?

Effettivamente non posso aspettare! C'è mica già un'App che aiuti a trovare un volontario per far figli?

Oh, ora posso rilassarmi.

"La fertilità è un bene comune", sono felice. Me lo faccia dire, Ministra. Finalmente una bella frase comunista come piace a me!

Quindi io faccio il figlio con chi mi pare, perché basta che lo faccia, giusto? Tanto poi lo cresciamo tutti insieme, giusto?!

Pannolini e latte a volontà, baby-sitter in condivisione, scuola gratis con libri gratis, vestiti interscambiabili e la domenica tutti insieme, prima in chiesa e poi al McDonald's!

Effettivamente mi sta venendo voglia di fare un figlio.

"Genitori giovani: il modo migliore per essere creativi".  Eh?! Ma no, Ministra...

Mia madre e mio padre ne hanno avuti cinque di figli e quella che si è goduta tutta la creatività e la serenità è stata la quinta! Sa quanto ho "odiato" mia sorella per non essere stata io l'ultima? Un trauma!

"Prepara una culla per il tuo futuro" Eh no, ci risiamo. Ho l'ansia.

Va bene, io posso pure preparare la culla, ma, cara Ministra, riesce per caso ad anticiparmi i soldi? Le spiego: una culla costa dai 300 euro in su,  poi ci devo mettere la carrozzina, il passeggino, il seggiolino, il marsupio... A conti fatti mi servono altri 5 anni di lavoro solo per i primi mesi del piccolo. Possiamo mettere anche questo in comune?

Dunque Ministra, ho comunicato al mio datore di lavoro che voglio avere un figlio.

E niente, ha "congelato" il mio salto di carriera, anzi, ora che conosce le mie intenzioni, non so nemmeno se mi terrà alle sue dipendenze.

Ops, ho 30 anni, 5 mesi, 1 giorno, 18 ore, 20 min, ancora uno stipendio base, un po' di anni di università alle spalle nella speranza di qualcosa di meglio e non ho neppure un marito. Almeno lui di sicuro guadagnerebbe più di me e nel suo salto di carriera potremmo ancora sperarci.

Oh mamma, che disagio.

"La Costituzione tutela una procreazione cosciente e responsabile"; ma la tutela come tutela il lavoro? No, perché così fosse, lasciamo stare dai.

Cara Ministra, ma mi faccia il piacere!

L'utero è mio e non accetta falsi consigli dagli sconosciuti, che poi ha nominato proprio tutti, ma avesse mai accennato una volta agli infermieri!

Ma Lei se lo immagina ad entrare in Farmacia, col titolare che mi dice "Signora, inizia ad essere troppo vecchia, non aspetti la cicogna"?

Come minimo rinuncio al mio anno zen e con un calcio gli impedisco per sempre procreare, rischiando pure di beccarmi una denuncia. Io non scherzerei sugli anni delle donne!

Insomma diciamocelo Ministra: questa potevamo aspettarcela da un uomo, ma da una donna... che delusione!

Non è che anche per la politica sia meglio essere giovani?

Segretario Nazionale FIALS

Commento (0)