Nurse24.it

sindacati

Mobilità a compensazione, l'articolo del CCNL e come richiederla

di Ferdinando Iacuaniello

Sempre più frequente e forse è l'unica modalità rimasta per ritornare nella città d'origine, la mobilità per compensazione è lo strumento utilizzato dagli infermieri che lavorano solitamente al nord per ritornare al sud.

Come funziona la mobilità a compensazione e come utilizzarla al meglio

Cercherò in questo breve articolo di spiegarvi tutta la procedura per chi volesse utilizzarla. Spinto da un email ricevuta pochi minuti fa: Salve, sapreste indicarmi per cortesia, l'articolo del ccnl che regola il cambio compensativo? Grazie Marco

A Marco rispondo subito, sei sulla strada giusta, perché chi vuole affrontare questo percorso è bene che si informi e sappia tutto quello che c'è da sapere sull'argomento, perché molto spesso quando ci si affida agli uffici aziendali per ricevere risposte a quesiti simili, tendono a rispondere vagamente o con informazioni errate. Perché? perché sarete l'ennesima cartellina con le solite raccomandate da prendere in considerazione. Inoltre, oggi le aziende sono molto più selettive, vogliono conoscere bene chi verrà al posto vostro (hanno paura del pacco).

Andiamo per ordine, prima cosa da fare quando si decide di voler fare un cambio compensativo è trovare una persona disposta a farlo. In rete ci sono moti siti di categoria e non che vi possono aiutare, potete inserire un annuncio o cercarlo su nel forum annunci di mobilità o direttamente nel nostro motore di ricerca infermieristico nursearch.it

Trovata la persona dovete semplicemente scrivere la domanda a quattro o anche sei mani, indicato tutti i vostri dati (nome, cognome, ecc, azienda di appartenenza, e chi vuole andare dove).

Possono fare domanda (in allegato) i dipendenti che abbiano superato il periodo di prova, con l’assenso dell’aziende di destinazione e nel rispetto della categoria, profilo professionale, disciplina ove prevista e posizione economica di appartenenza del dipendente stesso.

Art. 21 comme 5 CCNL 2002/2005

Nell’ambito della disciplina di cui all’art. 19 del CCNL integrativo del 20 settembre 2001, è tuttora consentita la mobilità a compensazione - all’interno del comparto - fra i dipendenti di corrispondente categoria, livello economico e profilo professionale, previo consenso dell’azienda od ente interessati.

Commenti (1)

Alessandra Vita

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Nuovo CCNL sanità 2018 e mobilità compensativa

#1

Domanda: il nuovo CCNL ha per caso cancellato la possibilità di accedere alla mobilità per compensazione fra enti del SSN?
Riporto di seguito quanto dice l'art. 52:
Mobilità
Integrazione ai criteri per la mobilità volontaria del personale

Comma 3 "è disapplicato l’art. 19 del CCNL integrativo del 20/9/2001(Mobilità volontaria
tra aziende ed enti del comparto e con altre amministrazioni di comparti diversi)".

Grazie a chi risponderà!