Nurse24.it
iscriviti al webinar gratuito >

testimonianze

Nursind: Le competenze specialistiche non sono prioritarie, riguardano una minima parte dei professionisti

di Redazione

Andrea Bottega

Una necessità, non è sicuramente una scelta prioritaria perché riguarda una minima parte dei professionisti delle competenze specialistiche, forse il 5%. Neanche una scelta strategica, in quanto la categoria sta vivendo dei temi che entrano nel vivo dell’esercizio professionale.

Così Andrea Bottega, Segretario Nazionale Nursind, ospite della Conferenza nazionale delle Politiche della Professione infermieristica, risponde alla domanda se le competenze specialistiche siano o meno una scelta prioritaria per la professione.

Continua scandendo quelle che sono le sue priorità: il mantenimento delle dotazioni organiche; il blocco del turnover; la disoccupazione e gli aumenti dei carichi di lavoro per chi è già nel sistema.

Scettico — continua Bottega ribadendo le sue perplessità — non c’è la possibilità di un riconoscimento economico consistente, non è chiaro come queste competenze possano inserirsi nei contratti.

È necessario che tutta la professione si riposizioni per rielaborare il concetto di assistenza infermieristica.

Oggi c’è grande confusione, in alcune Regioni le badanti offrono assistenza e somministrano farmaci, c’è poi l’Oss che sempre più presente nelle dotazioni organiche. È necessario capire qual è il campo dell’infermiere.

La preoccupazione è che l’enfasi sull’aspetto competenze possa far intendere che del resto non ce ne occupiamo.

iscriviti al webinar gratuito >

Commento (0)