Nurse24.it
Scopri il corso su hecm.it

Comunicati Stampa

Nursing Up Trento firma l'accordo per il rinnovo contrattuale

di Redazione

Nursing Up Trento firma l'ipotesi definitiva di accordo CCPL 2016/2018, biennio economico 2016/2017.

Comunicato sindacale

In data 28/12/2016, in serata e dopo 8 ore di riunione, Nursing up ha firmato in Apran l’ipotesi di accordo definitivo per il rinnovo contrattuale 2016/2018, che di fatto coincide al 100% con quanto da noi sottoscritto in data 6/12/2016 (accordo provvisorio), ecco i punti salienti dell’accordo, peraltro già da noi resi noti con precedente comunicato:

  1. Fascia economica: riconoscimento dal 1/12/2009 della 4 e 5 fascia agli operatori beneficiari dell‘art 98 CCPL 11/6/2007 e che per carenza di risorse erano rimasti esclusi (400 dipendenti). Tutto il personale acquisisce inoltre anche una fascia retributiva immediatamente superiore a quella rivestita al 30/4/2016, con decorrenza 1/5/2016. Esclusivamente per i neoassunti in servizio al 30/4/2016 le parti si impegnano a riconoscere la prima fascia al maturare di tre anni di anzianità. Per il personale sanitario e addetto all'assistenza, a partire dal 1/1/ 2017, le parti si impegnano ad attivare la 6° fascia al compimento dei 40 anni di contributi, compatibilmente con le risorse economiche e attingendo dai risparmi aziendali.
  2. Per il personale con assegno ad personam, retaggio di precedenti passaggi di categoria, abbiamo ottenuto che non venga riassorbito in caso di passaggio di fascia, ma che si sommi alla nuova fascia attribuita.
  3. Incremento tabellare (IPCA), l’aumento si somma all’indennità di vacanza contrattuale ed è pari al 3% di aumento a regime far data dal 01/01/2017 (circa 70-75 euro mensili medi per la Cat. D), previsti arretrati per il 2016 e una tantum per il 2015.
  4. Fondo riconoscimento professionale: le risorse che residuano, da discutere nel 2017, sono vincolate ad incrementare il trattamento indennitario del personale, con particolare riferimento al personale turnista articolato su tre turni ed addetto ai servizi sanitari e al riconoscimento delle funzioni esperte, specialistiche e di coordinamento.
  5. Deroga alle 11 ore di riposo giornaliero. Per andare incontro alle richieste dei nostri professionisti, abbiamo previsto la possibilità di derogare alle 11 ore di riposo giornaliero in caso di riunioni, corsi di formazione continua, attività di docenza e pronta disponibilità.

Tutte le risorse rese disponibili in questo contratto sono state impegnate e spese, purtroppo a causa del protocollo d’intesa firmato dalle confederazioni in data 16/11/2016 con la Giunta (noi eravamo contrari!), non sarà possibile avere altre risorse, il documento che hanno congiuntamente firmato contiene l’impegno di considerare “definitive” le risorse stanziate dalla Giunta, comprese quelle per il 2018!

Per quanto ci riguarda invece, noi chiederemo ulteriori fondi e faremo ulteriori proposte con le nostre note a verbale, che abbiamo allegato al contratto sottoscritto, una delle nostre richieste sarà che l'Apss si faccia carico della tassa annuale di iscrizione ai collegi.

Siamo soddisfatti del risultato raggiunto!

Cesare Hoffer

Coordinatore Nursing up Prov. Trento

Commento (0)