Nurse24.it

testimonianze

Sapete chi è un infermiere?

di Davide Vaiana

Tutti sanno chi è un infermiere e magari riescono anche a riconoscerlo, ma in pochi, davvero pochi, hanno idea di quale sia il suo ruolo. Davide Vaiana, infermiere, vive tutti i giorni sulla sua pelle questo disagio.

Il ruolo dell’infermiere, una spiegazione da dare ogni volta

infermiere esasperato

Con il passare dei giorni, mesi, anni, dal mio primo giorno di lavoro, o andando ancora indietro, al mio primo giorno di tirocinio all’università, nella mia testa continua a ridondare la domanda: La gente veramente conosce il ruolo dell’infermiere?. Sa quali sono i suoi compiti, la relativa sfera d’azione e i rapporti con il medico? La risposta è categorica: no. Purtroppo le persone che accedono ai diversi presidi sanitari, sia essi pubblici che privati, sottoponendosi alle varie prestazioni (ambulatoriali, DH, ricoveri), non hanno ben chiaro il ruolo dell’infermiere.

Il sentore della disinformazione, che attanaglia la popolazione riguardante quella che è la nostra professione, è palpabile. Le fasce d’età, a mio avviso, più colpite da questa mancanza di conoscenza sono adolescenti e anziani, cosa che potrebbe anche passare in secondo piano. Ciò che, invece spiazza, è la completa ignoranza della rimanente parte della popolazione, forse distratta da altre vicende di svariata natura che hanno riguardato il nostro paese.

Viene spontaneo chiedersi: chi è l’infermiere? Tralasciando la parte della normativa che regola questa figura professionale, l’infermiere è una persona in primis, sottolineo persona, dal momento che tante persone si dimenticano come relazionarsi nella vita di ogni giorno, e a farne le spese siamo noi, infermieri che ci svegliamo e andiamo a lavorare con i buoni propositi e con la voglia di fare del bene a tutti coloro che hanno bisogno. L’infermiere è colui che ha fatto dei sacrifici per studiare, per poi scoprire che la gente non sa nemmeno che ha una laurea, ma reputato “uno a caso” che trovandosi a lavorare in ospedale, svolge delle “mansioni” alberghiere.

L’infermiere è colui che ascolta l’ammalato, fornendogli le cure e il supporto psicologico di cui necessita. L’infermiere è colui che sgomita ogni giorno affinché le sue conoscenze vengano messe a disposizione del medico con il quale lavora e al quale questa nostra professione, che oggi ha avuto una crescita esponenziale, fa paura. È questa forse la vera motivazione per la quale la professione medica tenta di snobbare il nostro operato.

L’infermiere è, soprattutto, colui che ha un cuore, quello stesso cuore che mette ogni giorno in campo per sconfiggere la malattia e l’ignoranza della gente

Davide Vaiana, infermiere

Infermiere
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)