Nurse24.it
MASTER

ENPAPI

Malattia e infortuni, contributo per i libero professionisti

di Redazione

Infermieri libro professionisti costretti a interrompere l’attività per malattia o infortunio? Nessun problema: ci pensa Enpapi a erogare un’indennità.

Indennità per malattia e infortunio di un mese

infortunio

Infortuni e malattia per un mese, arriva il contributo Enpapi

L’Enpapi, infatti, concede, finché sono disponibili i fondi, un’indennità di malattia a favore degli infermieri libero professionisti che, a seguito di malattia o infortunio, hanno dovuto interrompere forzatamente la propria attività professionale per un periodo pari o superiore a 30 giorni.

La prestazione può essere erogata per un massimo di 180 giorni in un anno. E ne possono usufruire anche gli iscritti alla gestione principale Enpapi, anche se svolgono contemporaneamente un lavoro dipendente a tempo parziale, purché al 50% o meno.

L’indennità può essere erogata in caso di ricovero in strutture ospedaliere pubbliche o private, se convenzionate con il sistema sanitario nazionale, e in caso di ricovero all’estero, se l’intervento risulta comunque coperto e autorizzato dal sistema sanitario nazionale.

Come si calcola l’indennità

Per calcolare l’importo dell’indennità bisogna prendere il massimale contributivo relativo all’anno precedente alla data in cui è iniziato l’evento (infortunio o malattia sempre pari o sopra i 30 giorni) e dividerlo per 365. A questo dato vanno applicate le percentuali sotto elencate.

In particolare l’indennità giornaliera è pari a:

  • 8% dell’importo, se nell’anno precedente l’infermiere risulta iscritto per un periodo fino a quattro mesi
  • 12% dell’importo, se nell’anno precedente l’infermiere risulta iscritto per un periodo da cinque a otto mesi
  • 16% dell’importo, se nell’anno precedente l’infermiere risulta iscritto per un periodo da nove a dodici mesi 

Nel caso di contemporaneo lavoro dipendente part time al 50% o inferiore al 50%, l’indennità lorda calcolata sarà ridotta della metà.

Non potranno accedere all’indennità gli infermieri libero professionisti che non hanno almeno un anno di contributi versati all’Enpapi.

Come presentare la domanda

La domanda, redatta su apposito modulo e sottoscritta dal richiedente la prestazione, deve essere inviata all’ente entro 180 giorni, decorrenti dal giorno in cui è cessata la menomazione della capacità lavorativa, comunque entro e non oltre il 31/12/2017.  Alla domanda devono essere allegati:

  • copia del documento di identità;
  • certificazione medica comprovante la patologia e la sospensione dell’attività professionale;
  • certificato di degenza;
  • eventualmente, autorizzazione del sistema sanitario nazionale al ricovero presso strutture estere 
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)