Nurse24.it
Scopri i master di ecampus sanità

Patologia

Ipogonadismo

di Sara Pieri

L’ipogonadismo è una patologia ormonale caratterizzata dalla produzione ridotta di testosterone da parte delle gonadi maschili, ossia i testicoli, associata talvolta a una produzione di sperma poco efficace.

Cause di ipogonadismo

molecola testosterone

Molecola di testosterone

L’attività ormonale dei testicoli è controllata da ipotalamo e ipofisi, pertanto, l’ipogonadismo può essere dato da un problema localizzato a livello delle gonadi, ma anche da difetti a carico di ipotalamo/ipofisi, in questo ultimo caso si parla di ipogonadismo secondario.

La patologia colpisce il sesso maschile e può essere congenita oppure insorgere in un secondo momento, sia in pubertà che in età adulta. Quando parliamo di ipogonadismo congenito possiamo trovare delle modificazioni a livello dei genitali già alla nascita, infatti, può accadere che un nato maschio abbia genitali femminili, ambigui oppure maschili ma non completamente sviluppati.

Quando invece abbiamo un ipogonadismo che si manifesta in pubertà ciò che accade è una ridotta crescita corporea con un conseguente sviluppo ridotto della massa muscolare, eccessivo sviluppo degli arti, sviluppo del seno, assenza di peluria, tono della voce infantile. Infine, nei pazienti affetti da ipogonadismo in età adulta possiamo trovare disfunzione erettile, infertilità, calo della libido, ginecomastia, ridotto sviluppo della massa muscolare, fragilità ossea.

Diagnosi e trattamento dell’ipogonadismo

Per poter fare diagnosi di ipogonadismo è necessario un attento esame obiettivo con associata analisi dei sintomi manifesti e riportati dal paziente, associato a dosaggio ematico degli ormoni sessuali.

Qualora il quesito diagnostico sia indirizzato verso un ipogonadismo sarà utile approfondire con ecografia testicolare, esame del liquido seminale, test ormonali specifici.

Il trattamento si differenzia a seconda della causa alla base e all’età: l’approccio prevede un trattamento ormonale sostitutivo per portare a livelli normale il testosterone con somministrazioni orali/iniettive/topiche. Altre correzioni ormonali possono essere fatte con la somministrazione di gonadotropine che vanno ad incidere sugli ormoni ipofisari e secondariamente sui testicoli.

Un eventuale trattamento chirurgico può essere necessario in caso di criptorchidismo, poiché una correzione di questo difetto, laddove presente, può evitare torsione testicolare e lo sviluppo di carcinomi in età adulta.

Infermiere
Scopri i master in convenzione
Articoli correlati

Commento (0)