Nurse24.it

Consigli utili

Esame di tirocinio 1: 10 mosse per prepararsi

di Sara Di Santo

    Precedente

L’esame di tirocinio 1 rappresenta il primo vero scoglio per gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica i quali si trovano a correre contro il tempo per studiare un’ingentissima quantità di materiale che dovranno dimostrare di sapere e saper fare.

Il primo esame di tirocinio è un grande spauracchio per molti, ma con lo studio e qualche astuzia si supera in un baleno

Con il primo esame di tirocinio gli studenti infermieri si misurano con la professione che stanno apprendendo e con una miriade di paure che, inevitabilmente, affiorano.

I ritmi universitari, già ben diversi da quelli delle scuole superiori, sono molto serrati, soprattutto nel Corso di Laurea in Infermieristica. L’alternarsi di lezioni teoriche, laboratori pratici, ore di tirocinio ed esami non lascia molto respiro ai ragazzi che si apprestano a diventare infermieri.

Il primo anno, poi, è molto particolare, perché non si sa ancora esattamente a cosa si stia andando incontro e il pensiero di dover sostenere un esame così particolare come di fatto è quello di tirocinio può essere preoccupante.

Ogni Università elabora un proprio piano didattico e gestisce gli esami secondo criteri e metodi organizzativi differenti, così come differenti sono le modalità con le quali si declina l’esame di tirocinio 1; resta il fatto che gli argomenti da studiare e integrare sono veramente tanti e non è sempre facile organizzarsi.

Premettendo che è cosa più che naturale provare un pizzico di paura di non farcela, affrontare tirocinio 1 può essere più semplice muovendosi per tempo e seguendo qualche accorgimento utile.

Se prima di affrontarla la “montagna” da scalare ti sembra troppo alta, ricorda che chi più in alto sale, più lontano vede e realizzerai che, una volta superato il primo scoglio, la soddisfazione ti ripagherà degli sforzi impiegati.

Infermiera e Redattrice di Nurse24.it

Ritorna al sommario del dossier Consigli Esami Studenti

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)