Nurse24.it

COVID-19

Basilicata, messi in sicurezza i 400 precari Covid

di Massimo Canorro

Giunta e Consiglio regionali si sono espressi con favore sui precari della sanità lucana impegnati durante la battaglia contro il Covid, approvando all’unanimità l’emendamento del consigliere Mario Polese. Nell’emendamento si stabiliscono una serie di principi a favore dei precari. Uil Fpl: Ora attendiamo la Legge di Bilancio 2022.

Basilicata: approvato emendamento a favore dei precari della sanità

Una bella pagina in favore dei precari della sanità lucana impegnati nel corso della battaglia contro il Covid di questi mesi, ma anche una splendida notizia per tutti i lucani. È in questo modo che il segretario regionale Uil Fpl, Antonio Guglielmi, e il segretario regionale aggiunto, Giuseppe Verrastro, descrivono quanto compiuto dal Consiglio regionale della Basilicata nella giornata di ieri, quando è stato approvato all’unanimità l’emendamento del consigliere Mario Polese (Italia viva) in merito all’eliminazione della prova preselettiva prevista nei concorsi unici regionali, così da dare un giusto riconoscimento a questi lavoratori.

Spiegano ancora Guglielmi e Verrastro: Siamo contenti che sia la Giunta regionale sia l’intero Consiglio si siano espressi favorevolmente su questo provvedimento che, come Uil Fpl, abbiamo più volte sollecitato. E ancora: In questo modo la Basilicata è la prima regione che mette in campo le condizioni per stabilizzare i precari della sanità che in tutta Italia sono oltre 50.000. È un risultato importante.

Il riferimento è al risultato dell’analisi e della mappatura regione per regione, condotta dalla Fiaso con il supporto di Sda Bocco, da cui emerge che sono circa 54.000, di cui 23.000 infermieri, i sanitari che sono stati assunti nel corso della pandemia da stabilizzare. Nella sola regione Basilicata, su 400 sanitari reclutati durante l’emergenza pandemica, i precari sono 363 di cui 20 medici, 207 infermieri e 136 facente parte di altro personale. Da parte sua la Uil Fpl attende ora anche la prossima Legge di Bilancio 2022 – che il governo Draghi si appresta a varare – e nella quale ci dovrebbero essere ulteriori novità in favore dei sanitari.

Commento (0)