Nurse24.it

COVID-19

Convegno sulle emozioni: un sogno chiamato Emozionario

di Redazione

    Successivo

Stanchezza, stress e frustrazione sono solo alcune delle emozioni che possono derivare dall’impossibilità di alleviare il dolore dei pazienti e dalla difficoltà a rispondere ai loro bisogni. Il convegno dell’8 novembre, L’Emozionario dei Professionisti Sanitari, ha riunito 94 professionisti della salute per discutere di questo tema. Il convegno nasce da un’idea di un’infermiera dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, Titti de Simone.

L’Emozionario dei Professionisti Sanitari: come nasce

Nasce così L’Emozionario dei Professionisti Sanitari dalla condivisione di una necessità personale che si è fatta collettiva. L’ascolto delle emozioni, lo sguardo attento su di esse, la necessità di parlarne, per capirle ed elaborarle, è stata una visione che ha trovato parola nelle dirette su Facebook; il giusto eco per raggiungere colleghi nei diversi punti del Paese.

Capire le nostre esigenze ci permette di costruire relazioni sane e quindi cura

Gli incontri emozionali on line sono partiti dalla casa del Laboratorio di Nursing Narrativo di Milano, una pagina Facebook con 2700 iscritti. Ogni diretta, a partire da marzo 2021, ha ospitato diversi professionisti della cura che, a vario titolo hanno risposto alle nostre domande, hanno aiutato e ci aiutano ad esaminare la forma e l'eco personale che quella emozione assume dentro di noi. Questo ha consentito a ciascuno di partecipare, con domande ed interventi di approfondimento personale sull'emozione, fino a toccarne l'essenza.

Sono state analizzate le parole: compassione, empatia, dolore, speranza.

Nei mesi successivi, il gruppo di lavoro, a quel punto ben formato, ha dato vita ad altre iniziative come:

  • La Settimana della Consapevolezza infermieristica, in occasione della giornata internazionale dell'infermiere, durante la quale, attraverso un vademecum pratico su mindfulness, yoga e respirazione, ha avvicinato gli operatori sanitari a queste pratiche, utili per affrontare momenti di difficoltà emotiva e psicofisica.
  • Le parole di Alma, la nostra mascotte nata dalla matita di Giovanna Degni, che va in giro per corridoi ospedalieri lasciando biglietti con brevi frasi emotive.

Intelligenza emotiva come strumento di cura e autocura

Il convegno delle Emozioni dei Professionisti Sanitari è stato un’idea del gruppo di lavoro accolta dall’OPI di Mi-Lo-MB.

È stata una gioia immensa trovarci in “presenza”, dopo l’isolamento obbligato dalla pandemia, per prendere coscienza del nostro “sentire”. Una gioia e l’opportunità di allenarci a riconoscere le nostre emozioni, quelle positive e quelle negative e sviluppare l’assertività nel riconoscere i nostri limiti e i nostri bisogni. Capire le nostre esigenze ci permette di costruire relazioni sane e quindi cura.

  • Ornella Ventura - Infermiera

Ritorna al sommario del dossier Burnout

Commento (0)