Nurse24.it

COVID-19

Nursing Up: aumentano i contagi tra gli infermieri

di Massimo Canorro

Da nostro report su Covid-19, stanno aumentando i contagi tra i professionisti sanitari e i ricoveri negli ospedali, spiega Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up. In Campania, tra le regioni più critiche insieme a Lombardia e Piemonte, si è toccato il picco di 20 ricoveri in più ogni giorno.

Ogni giorno una media di 90 infermieri che si ammalano di Covid-19

Si è passati a stretto giro – sono dati dell’Istituto Superiore della Sanità – da 1.370 infermieri, su base 30 giorni, a ben 2.724 operatori contagiati. E ciò significa che attualmente viaggiamo alla media di 90 infermieri che si stanno ammalando ogni giorno. Stiamo parlando di almeno 74 operatori ogni 24 ore (dati Inail) che si sono infettati nell’arco di un mese: dal 14 ottobre al 14 novembre 2021. Parliamo di ieri. È una sintesi tutt’altro che rassicurante quella veicolata da Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up, mediante un comunicato. Dunque, la domanda è inevitabile: cosa sta succedendo negli ospedali italiani negli ultimi giorni?

In quest’ultima regione, secondo De Palma deve far riflettere che all’ospedale Cardarelli di Napoli in un solo giorno – se viene preso come esempio la settimana precedente a questa – si registra un dato di 20 ricoveri Covid in più, mentre a Caserta si è addirittura passati, in sole 24 ore, da 12 a 35 ricoverati per virus. Peraltro, continua il Nursing Up, in Campania sono stati chiusi tutti gli hub e restano aperti solo quelli del Cardarelli e dell’Ospedale del Mare. Immaginate le conseguenze per i sanitari che lavorano già da tempo sotto organico.

Sempre in Campania, è significativo il lavoro portato avanti dall’Azienda Aorn di Caserta, che ha mappato la risposta immunitaria di tutto il personale a cui sono state inoculate le due dosi. Ebbene, a distanza di tempo, su 1.700 dipendenti, 160 non hanno sviluppato anticorpi validi ai fini dell’immunizzazione. Ciò significa che gli infermieri e medici già vaccinati ad inizio anno stanno gradualmente perdendo la loro l’immunità, precisa il sindacato, che aggiunge: Allo stato attuale non siamo stati ancora informati dell'esistenza, come noi invece chiediamo da tempo, di una indagine scientifica atta a dare evidenza di come i vaccini a disposizione siano efficaci contro le varianti in corso.

Commento (0)