Nurse24.it

COVID-19

Trento: bonus Covid per i sanitari, raggiunto l’accordo

di Massimo Canorro

I sindacati hanno siglato l’intesa con l’Apran: le quote economiche verranno erogate “una tantum” in modo proporzionale alle ore lavorate nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2022, da un minimo di 650 euro (in precedenza 570 euro), ad un massimo di 1.650 euro (era 1.418 euro). Al personale del comparto sono stati destinati 8.325.000 euro, compresivi degli oneri riflessi. Nursing Up Trento: L’intesa raggiunta è importante, ma rappresenta solo un primo step.

Nursing Up: un primo passo per la valorizzazione dei professionisti

Abbiamo ulteriormente sollecitato l’amministrazione dell’Azienda sanitaria; con la busta paga del prossimo mese di settembre dovranno essere saldati, prima di tutto, gli aumenti dello stipendio tabellare nonché le nuove fasce economiche, con i relativi arretrati, e anche l’indennità di vacanza contrattuale. Parole del coordinatore di Nursing Up Trento, Cesare Hoffer, a cui fanno seguito quelle pronunciate da Giuseppe Varagone, segretario Uil Fpl sanità del Trentino: Sarà nostra premura vigilare presso l’Azienda provinciale per i servizi sanitari per fare in modo che, a questi professionisti, venga erogato il dovuto in tempi brevi.

Entrambe le dichiarazioni dei sindacalisti prendono il via dalla firma definitiva, avvenuta poche ore fa, dell’ipotesi di accordo siglato con l’Apran per l’attribuzione del bonus Covid-19, fase 3, per l’ammontare di 8.325.000 euro. L’accordo si rivolge al personale sanitario, personale socio sanitario e Otas (operatore tecnico autista soccorritore) di trentino emergenza 118, che opera presso l’Apss e direttamente impegnato nell’emergenza epidemiologica da Covid-19 nel periodo che va dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2022.

Nel dettaglio, tale accordo verrà suddiviso in quattro fasce in base alle ore effettuate: fino a 1.600 ore verranno versati 650 euro; da 1.601 a 2.000 ore, 950 euro; da 2.001 a 2.200 ore, 1.350 euro; da 2.201 ore in poi, 1.650 euro. Evidenzia a proposito Hoffer: Le recenti direttive della giunta provinciale avevano di fatto suddiviso gli incentivi Covid fase 3 in due fondi separati, uno destinato al personale medico e l’altro a quello del comparto, con l’aggiunta di un ulteriore e recente finanziamento di 280mila euro per gli autisti soccorritori. Abbiamo pertanto firmato in Apran un ulteriore accordo a modifica del precedente, con un miglioramento degli importi economici che erano stati precedentemente e provvisoriamente definiti.

Quindi il coordinatore di Nursing Up Trento tiene precisare che l’importante intesa raggiunta, scaturita dalle nostre manifestazioni del 2021 culminate con la firma del protocollo d’intesa con il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, nel mese di dicembre, ha premiato in maniera specifica ed esclusiva come da noi fortemente richiesto il personale. infermieristico, sanitario ed Oss, con la recente aggiunta degli autisti soccorritori.

Esprimendo grande soddisfazione per un riconoscimento di questo tipo, Hoffer tiene però a precisare: Lo consideriamo solo un primo passo rispetto a tanti altri che dovranno essere compiuti per valorizzare le professioni sanitarie del comparto. Sarebbe ad esempio importante una revisione contrattuale dell’ordinamento professionale e l’adozione di un sistema degli incarichi professionali più moderno ed avanzato.

Giornalista

Commento (0)