Nurse24.it

Salute

40 anni di Servizio Sanitario Nazionale, la sfida continua

di Redazione

Alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del ministro della Salute, Giulia Grillo, il ministero della Salute celebra il 12 dicembre 2018 i 40 anni di Servizio Sanitario Nazionale. Ad aprire la carrellata di interventi dei protagonisti del Ssn è stata Paola Arcadi, infermiera e presidente Accademia Scienze Infermieristiche (ASI).

La sfida continua: celebrazioni per i 40 anni del Sistema sanitario nazionale

Il Servizio sanitario nazionale resta la più grande infrastruttura del nostro Paese, la più grande opera pubblica mai costruita. Ma come tutte le opere ha necessità di essere periodicamente ristrutturata.

Lo ha detto la ministra della Salute Giulia Grillo, celebrando i 40 anni del Servizio sanitario nazionale alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Poi, ha aggiunto: In 40 anni l'Italia è mutata profondamente. È mutata la società, sono mutate le regole di convivenza civile, è mutata la sensibilità con cui ci approcciamo alle sfide di salute. Oggi si vive di più. La qualità media dei nostri servizi assistenziali non è paragonabile a quella di 40 anni fa.

La preparazione dei professionisti della salute è a livelli d'eccellenza che ci vengono riconosciuti in ambito internazionale

Per Grillo la giornata di oggi deve rappresentare un'occasione per riflettere sulla contemporaneità del San e rilanciarne il messaggio di universalismo e coesione territoriale. Perché oggi il problema non è spendere meno, ma spendere meglio.

Dobbiamo lavorare insieme per sanare le intollerabili disparità tra diverse aree del Paese nell'accesso a trattamenti fondamentali, ha continuato la ministra Grillo, che ha lanciato un appello ai presidenti di regione: I governatori siano alleati del ministero per vincere la battaglia della lotta alla corruzione, al malgoverno, per promuovere servizi migliori. Siamo dalla stessa parte, non importa con quale bandiera di riferimento, dobbiamo dare risposte ai cittadini e garantire la tenuta del sistema.

Grillo intende garantire un sistema sanitario autenticamente nazionale, in cui ogni cittadino possa venire curato e assistito allo stesso modo, indipendentemente da dove egli viva.

È una sfida ad alta complessità, ma deve essere affrontata, senza protagonismi, con il concorso di tutti gli attori che oggi danno vita all'offerta sanitaria, sia a livello politico sia a livello gestionale.

La priorità è rimettere in tutte le agende politiche e istituzionali il nostro Ssn al centro della discussione, perché abbiamo scelto un sistema universalistico e gli infermieri ci credono.

Gli infermieri sono e saranno attori protagonisti dell’evoluzione del sistema nei prossimi dieci anni, capaci di gestire il cambiamento e l’innovazione sia dal punto di vista manageriale che da quello clinico, avendo sempre ben presente prioritariamente la relazione con l’assistito, la necessità di percepire i reali bisogni della persona. È sempre stato così in questi 40 anni e siamo pronti a raccogliere la sfida futura.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)