Forum : Infermieri e Specializzazioni Oggi è 14 dic 2017 14:07

Messaggioda Redazione 13 ago 2017 15:16

Un nuovo articolo è stato pubblicato su nurse24.it :
Genitori turnisti e il diritto alla turnazione opposta

I lavoratori turnisti hanno spesso difficoltà a conciliare i tempi di vita e quelli lavorativi e la situazione diventa ancor più difficile da gestire quando si hanno figli minori. Se addirittura sono entrambi i genitori ad essere turnisti, la conciliazione vita–lavoro diventa ancor più complicata, ma la legge prevede il diritto alla turnazione opposta.
Turnazione opposta dei genitori turnisti, un diritto riconosciuto per legge

I genitori turnisti hanno diritto alla turnazione opposta per la gestione della famiglia

Per agevolare le situazioni critiche che si possono creare nel caso di genitori turnisti, è stata varata la legge 53 dell’8 marzo 2000, denominata "Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città", in cui, nei vari articoli, vengono identificati alcuni diritti riconosciuti ai genitori.
In particolare, la l...

Per saperne di più : http://www.nurse24.it/index.php?option=com_content&id=45600&lang=fr&view=article

Si può discutere dell’argomento!
Redazione Nurse24.it
Avatar utente Redazione
Avvezzo Avvezzo
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 23 feb 2017 10:03

Messaggioda ociredef84 13 ago 2017 16:03

Salve, nell'ospedale in cui lavoro ho fatto domanda per i turni opposti ma non mi sono stati riconosciuti, cosa si può fare?
ociredef84
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 18 giu 2017 17:46

Messaggioda ferdinando 14 ago 2017 13:03

Dando per scontato che tu abbia inoltrato la richiesta da tempo (protocollandola) ti consiglio di rivolgerti al tuo sindacato e chiedere di tutelarti, sollecitando la risposta dell'azienda, se questo non dovesse bastare o non sei iscritto, potresti:
  1. scrivere una Pec di sollecito (ma dipende da quanto tempo è trascorso dalla tua richiesta) ed inviarla contestualmente all'ispettorato del lavoro e alla consigliera di Parità della tua provincia;
  2. farti scrivere la lettera di sollecito da un avvocato (La lettera di un avvocato non è passare ad un'azione legale. Ma la firma di un avvocato spesso sveglia l'azienda dormiente.
Avatar utente ferdinando
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 19 ott 2016 17:52


Torna a “Infermieri e Specializzazioni”