Forum : Oss - Operaratore Socio Sanitario Oggi è 16 dic 2018 21:50

Messaggioda Paola Botte 05 mar 2017 11:11

Secondo la normativa vigente gli OSS non sono considerati professionisti della sanità, sebbene ne facciano parte occupando uno spazio rilevante nell'area tecnica.
A tal proposito, nel 2011 il Senato della Repubblica aveva risposto che
"È opportuno considerare che nell’area sanitaria sono inquadrate le professioni sanitarie al cui esercizio si accede dopo lo svolgimento di un percorso universitario" e che l'OSS pertanto, viste le mansioni di carattere domestico-alberghiero o connesse al governo dell'ambiente di vita dei pazienti, rientri nell'area tecnica.
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/f ... &id=609606

Voi cosa ne pensate?
Paola Botte
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 19 gen 2017 22:56

Messaggioda Angela lomonaco 12 apr 2017 11:09

Buongiorno a tutti, penso che la nostra figura sia molto sottovalutata, capita spesso , infatti , che determinati segni e sintomi di determinate patologie , vengano segnalate per primo da noi Oss , in quanto formati a riconoscerli e perchè siamo coloro che sono a più diretto contatto con gli assistiti. Se così non fosse , allora sì, saremmo solo le persone che eseguono solo attività domestico-alberghiera...
Angela lomonaco
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 12 apr 2017 09:33


Messaggioda albertoalberto 27 mag 2018 11:55

intanto buon giorno a tutti, intervengo un poco in ritardo ma per questo credo non me lo vogliate; io sono OSS, OSSS e infermiere con tanto di master e varii corsi professionalizzanti, in riferimento a quanto detto mi viene di dire la mia; mi ricordo infatti, quando facevo il corso di oss al tempo non si pagava nulla, che andando a fare i tirocini presso l'unisi, con una divisa bianca ed una striscia marrone al petto inserita nel bordo taschino, "te sei oss vero?" si, (chissà come avevano fatto a riconoscermi), allora vieni con me che ti faccio vedere come si pulisce le padelle e, poi le sberleffe che non mancavano da parte degli oss di ruolo , ti sfruttavano a più non posso mentre loro si prendevano un caffè dietro l'altro, daltronde non potevi fare nulla a riguardo ti avrebbero messo una nota negativa sul libretto, poi dopo altro tempo fai il corso complementare, qui fai 400 ore a fronte di 1000 del corso precedente e ti senti inglobato in un range diverso, più vicino all'infermiere ma soprattutto più lontano all'OSS pensi di essere una figura determinante vedi e rubi con gli occhi tecniche che tendi anche a perfezionarle, pensi di essere un professionista della salute, ma non è così, sia ben chiaro non dico che l'OSS è una figura di secondo piano, va a braccetto con l'infermiere che ha un percorso universitario e quindi una esperienza diversa giocoforza dell'OSS, magari deve ancora mettere in pratica la teoria, ma, ha la teoria, ha una base e una qualifica riconosciuta che può mettere in atto senza indugio, ha anche molte ore di interventi in prima persona assistito si da medici e infermieri qualificati, ha fatto interventi anche complessi e quindi, anche molta pratica, perciò 1400 ore di corso preparatorio di un OSS non siano pretesa di rogarsi il diritto di professionisti della sanità, io direi più tecnici del benessere, ecco penso sia la dicitura corretta,, saluti
albertoalberto
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 30 mar 2018 22:51


Torna a “Oss - Operaratore Socio Sanitario”