Nurse24.it

Attualità Infermieri

Carenza infermieri: Sicilia rischia il collasso della sanità

di Silvia Ancona

Il sistema sanitario siciliano è in un profondo stato di crisi e se questa situazione non dovesse migliorare in tempi brevi si arriverebbe ad un vero e proprio collasso di tutto il sistema. Una crisi tangibile causata dalla grave e persistente carenza di professionisti sanitari — infermieri in primis — che riduce la qualità e la sicurezza delle cure erogate e aumenta il rischio clinico. A denunciare la situazione gli Ordini provinciali degli Infermieri e le sigle sindacali della Regione i quali, a Palermo, hanno tenuto una conferenza stampa congiunta per affrontare insieme la situazione.

Opi Sicilia e sindacati: conferenza stampa a Palermo per affrontare la crisi

I rappresentanti dei nove Ordini Professionali provinciali degli Infermieri congiuntamente ai delegati delle sigle sindacali regionali — Uil Fpl Sicilia, Fials, Cgil, Nursing Up, Fgu Gilda Unams, Nursind, Fsi Usae e una delegazione dell'Ordine dei Tsrm-Pstrp di Palermo — hanno tenuto una conferenza stampa nel capoluogo per affrontare in maniera congiunta il profondo stato di crisi che sta caratterizzando il sistema sanitario siciliano.

Principale causa della crisi la grave carenza di infermieri che ad oggi arriva quasi a 10 mila unità nelle sole strutture pubbliche, ma non solo. A mancare è anche personale tecnico, sanitario e della prevenzione che, aggiunto a quello infermieristico, tira le sorti del sistema sanitario regionale sempre più caratterizzato da una progressiva riduzione della sicurezza nelle strutture ospedaliere e della qualità delle cure erogate.

Il sistema sanitario siciliano è in crisi e rischia di collassare (Zappulla)

Tale carenza è dettata in gran parte dall'usufrutto di Quota 100 da parte degli infermieri che — così come evidenziano i dati riportati da Sebastiano Zappulla a nome del coordinamento Opi Sicilia — nel 2018 ne ha raggiunti 6.139 dei quali 1.842 usciranno dal lavoro in tempi brevi.

Un altro indicatore che rivela lo stato di crisi del sistema è rappresentato dal rapporto numerico fra infermieri e medici il quale, secondo i dati elaborati dalla Ragioneria Generale dello Stato — Ministero dell'Economia, dovrebbe essere 1/3 mentre il Sicilia non arriva neanche a 1/2.

Anche l'avvio del maxi concorso per assumere 1000 infermieri e 700 operatori socio sanitari — sostengono gli ordini e i sindacati — non risolverà la situazione, drammatica specialmente nelle aree di emergenza e di terapia intensiva in quanto richiedono una tipologia di cure più intensive che non riesce ad essere soddisfatta.

Infermiera
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)