Nurse24.it

Attualità Infermieri

Medico propone morbillo party a Roma

di Pino de Martino

Si può morire, c’è poco da scherzare. Luciano Pinto, vicepresidente Sipps Campania (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale) è perentorio. Del resto è allarmante quanto si va diffondendo sul web a proposito di malattie esantematiche.

La risposta del professor Pinto: Di morbillo si può morire e c’è poco da scherzare

morbillo

Allarme per un morbillo party proposto da un medico

Soprattutto per quanto riguarda il morbillo, una malattia infettiva molto contagiosa, causata da un virus del genere morbillivirus, che colpisce spesso i bambini, in particolare tra 1 e 3 anni, e per questo appartiene al gruppo delle cosiddette malattie infantili, come rosolia, varicella, pertosse e parotite. Ma su internet c’è invece chi con scarsa coscienza professionale propone il morbillo party. Ossia, invitare genitori di bambini piccoli a frequentare le case con bambini ammalati di morbillo, in modo che possano prendere la malattia in modo naturale.

Ecco l’assurda filosofia trasmessa sul web: Le case farmaceutiche in combutta con il governo vogliono venderci i loro vaccini per fare soldi a palate. Noi diciamo di no. Non ci avveleniamo per i loro interessi e il morbillo ce lo curiamo da soli. Seguono appuntamenti e organizzazione: Ci vedremo in un locale a Roma (a breve comunicherò la location) e passeremo una serata tra musica e morbillo. Porterò 100 bambini già malati di morbillo e li farò tossire e ballare in mezzo a tutti, in questo modo il giorno successivo tutti i presenti avranno contratto il morbillo e saranno quindi immuni dalla malattia senza il bisogno di ricorrere al vaccino.

A queste pratiche da sanità fai da te, ha risposto secco il professor Luciano Pinto, ai microfoni di Radio Cusano Campus, nel corso del programma Genetica Oggi: C'è un medico che ha proposto il morbillo party ha dichiarato Pinto. E poi, senza mezzi termini: Questo è uno squinternato che sta su internet e organizza questi morbillo party. Su 1000 soggetti, il morbillo dà il 35% di complicanze. E questo qui ha il coraggio di mettere in mostra il Giuramento di Ippocrate. Impari a rispettare la gente! Essere medico non significa niente, uno può essere poliziotto, medico, magistrato, può essere qualsiasi cosa ed essere una persona che non ragiona e agisce contro legge e contro l'interesse comune. Di morbillo si può morire e c'è poco da scherzare.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)