Nurse24.it
scrivi una email per avere maggiori informazioni

Attualità Infermieri

Paziente a terra in video shock, l'azienda: Tutto falso

di Redazione

Un anziano striscia a terra per protesta, perché a digiuno da una settimana in attesa di essere operato per una frattura di femore. Sarebbe successo all’ospedale San Luca di Vallo Della Lucania e il caso è stato sollevato con un video shock da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi. Per l’Azienda, però, il caso non corrisponde al vero.

Video shock ritrae anziano a terra, ma l'azienda nega maltrattamenti

Ha fatto il giro del web il video - diffuso da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi – che ritrae un anziano disteso a terra tra i corridoi dell’ospedale San Luca di Vallo della Lucania, per protestare contro quella che, giustamente, ritiene un’ingiustizia inaccettabile.

Il caso dell’anziano a digiuno da oltre una settimana in attesa di essere operato per frattura di femore, però, secondo il direttore sanitario De Vita non corrisponde al vero.

Secondo quanto denunciato sulla sua pagina Facebook da Borrelli L’operazione sarebbe stata rinviata per più volte perché la carenza di personale avrebbe spinto l’equipe operatoria a concentrarsi sui casi urgenti che si sono presentati in ospedale.

L’episodio lascia interdetti – continua il consigliere dei Verdi - perché non si può tenere una persona con una frattura in attesa per otto giorni per essere operato, perché un intervento del genere andrebbe garantito entro 48 ore e per il costo che un ricovero così lungo comporta.

Questa versione, però, è stata subito smentita dal direttore sanitario, Adriano De Vita, che ha specificato che il paziente sarebbe stato ricoverato in ortopedia, dopo l’accesso in Pronto soccorso, intorno alle 3.00 di lunedì scorso e dimesso ieri alle 13.00 con la diangosi di lombosciatalgia.

Niente frattura al femore e, dunque, nessuna attesa di intervento chirurgico, stando a quanto dichiarato dal direttore sanitario, che in una nota ha chiarito come il medico di reparto, avvisato della presenza di un paziente disteso a terra, è prontamente intervenuto e che il paziente dichiarava di essersi volontariamente disteso a terra ritenendo, arbitrariamente, di dover essere sottoposto a trattamento chirurgico urgente di protesizzazione di anca, non veniva preparato per l’intervento.

A quel punto il medico avrebbe rassicurato l’uomo dicendogli di non aver bisogno di alcun intervento chirurgico. Interpellati, i parenti del paziente - si legge nella nota - riferivano che essendo molto ansioso e a tratti ipocondriaco, già in altre occasioni ha avuto manifestazioni eclatanti rispetto a problematiche di salute di poco conto.

Commento (0)