Nurse24.it
Scopri i dettagli del corso su hecm.it

protesta

Salerno, medico alla direzione del servizio infermieristico

di Leila Ben Salah

Un medico alla direzione del servizio infermieristico. Succede nell’azienda ospedaliera di Salerno e scattano le proteste della Fsi-Usae.

Scotillo (Fsi-Usae): Così il personale delle professioni sanitarie viene umiliato

medico

A Salerno un medico è alla direzione del servizio infermieristico

A lanciare l’allarme è la Fsi-Usae di Salerno: un medico è alla direzione del servizio infermieristico all’interno dell’azienda ospedaliera. Il sindacato lo ha appreso con non poco stupore ed è subito scattata la protesta.

Come si sia arrivati a delegare la funzione di dirigente del servizio infermieristico ad un medico resta un arcano” dichiara sconcertato il dirigente della Fsi – Usae Rolando Scotillo. “Abbiamo chiesto all’Opi di Salerno di intervenire e di riportare nell’alveo della normalità la vicenda – continua il sindacalista - chiedendo l’immediata individuazione di una figura delle professioni sanitarie attraverso pubblico concorso ed esonerando immediatamente il dirigente medico da un compito prettamente delle professioni sanitarie.

Più volte – attacca Scotillo - nelle aziende sanitarie campane, ci troviamo nell’assurdo che il personale delle professioni sanitarie viene umiliato da scelte aziendali totalmente discutibili come in questo caso e come nel caso della carenza quasi totale delle figure di supporto alle professioni sanitarie facendo diventare, sempre di più, la mala gestio un caso solo campano dove incompetenza e presunzione la fanno ancora oggi da padrone.   

Il Nursind, insieme alla Fials, ha indetto uno stato di agitazione e fra i punti scottanti c'era anche quello riguardante il dirigente delle professioni sanitarie.

La reazione dell'Opi di Salerno

Il presidente dell'Opi di Salerno Cosimo Cicia non ha fatto attendere la sua risposta. Ha preso carta e penna e ha scritto al direttore generale del Ruggi.

L'auspicio - scrive Cicia - è che l'azienda pervenga a nominare il "legittimo" dirigente infermieristico che, investito del ruolo, possa intervenire nelle decisioni aziendali e, avuti presenti i valori, la visione e gli obiettivi della professione infermieristica, con un'opera di contrattazione/mediazione con altre figure dirigenti, possa creare relazioni collaborative e motivanti in cui sia possibile portare a compimento gli obiettivi aziendali.

Giornalista
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)