Nurse24.it
Iscriviti al webinar su Salute.LIVE

manifestazione infermieri

Sileri: impegno concreto per incremento salari

di Redazione

Dall'aumento degli stipendi alla possibilità di esercitare la libera professione intramoenia: ha garantito un impegno concreto nei confronti delle istanze degli infermieri il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, intervenendo alla manifestazione organizzata dal sindacato NurSind in piazza Montecitorio.

Stipendio e valorizzazione infermieri, Sileri: impegno concreto dalla politica

Gli infermieri ci sono sempre stati e ora pretendono un contratto degno, in grado di dare il giusto valore al loro lavoro. È per questo che il sindacato NurSind è sceso in piazza giovedì 15 ottobre, in una giornata che ha visto agitare Roma in più sedi: Montecitorio, Piazza del Popolo e Circo Massimo (con la manifestazione organizzata dal sindacato Nursing Up).

Alla manifestazione di Piazza Montecitorio, tra gli altri, è intervenuto anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri che ha ribadito sensibilità e attenzione ai problemi sollevati dagli infermieri, ma anche disponibilità all'ascolto sulle questioni più urgenti che stanno a cuore alla categoria: dall'aumento degli stipendi alla possibilità di esercitare la libera professione intramoenia, per cominciare.

Sileri lo aveva già dichiarato in piena pandemia e lo ha ribadito in piazza: gli infermieri non sono degli eroi per l'emergenza Covid, erano eroi prima e lo saranno anche dopo, per questo l'impegno della politica è concreto: stiamo lavorando per un aumento degli stipendi degli infermieri che li porti almeno ad allinearsi con gli stipendi dei colleghi europei, perché è impensabile che gli infermieri italiani siano i meno pagati d'Europa e il confronto con i rappresentanti sindacali della categoria infermieristica - assicura il viceministro - è assiduo: ci incontriamo, ci confrontiamo continuamente, ogni quindici giorni.

Sono un chirurgo prestato alla politica, tornerò a farlo e vorrei ritrovare un SSN migliore di quello che ho lasciato. Posso solo impegnarmi per aumentare i vostri salari perché così il sistema, è ovvio, non ti trattiene

Le altre richieste di NurSind alla politica sono precise: la rimodulazione al rialzo degli organici, l'efficiente integrazione ospedale-territorio attraverso l'Infermiere di famiglia, il personale di supporto alle attività assistenziali. Il confronto con un interlocutore che comprende la nostra lingua - ha commentato Andrea Bottega, segretario nazionale NurSind - e che si sta adoperando concretamente per valorizzare la professione degli infermieri è segno che si è aperta la strada per veder realizzate le promesse fatte agli infermieri.

Carnevali (PD): subito discussione per rinnovo contratto infermieri

Ad intervenire alla manifestazione promossa dal NurSind davanti Montecitorio è stata anche Elena Carnevali, capogruppo dem in commissione Affari sociali alla Camera. Il dramma vissuto ci ha dato l'opportunità per scoprire valore, unicità e importanza dei professionisti sanitari. Oggi qualcosa è già cambiato, anche grazie al superamento della cosiddetta camicia di forza, la famosa norma capestro contenuta nella legge 2004, che impediva l'assunzione di personale. Bene ha fatto il governo ha innestare oltre 5,4 miliardi di euro nel Servizio Sanitario Nazionale e inserire 37mila nuovi professionisti in più durante la pandemia.

Ma queste donne e questi uomini adesso devono essere stabilizzati - ha dichiarato Carnevali - non possono avere più solo contratti a tempo determinato. Da questo punto di vista, non diciamo di no ad alcune risorse che vengono dai fondi europei: sono risorse che ci possono consentire, pur se dedicate più complessivamente al contrasto della pandemia, questo percorso riformatore avviato. Ad esempio, dopo l'annuncio dei 500 milioni messi a disposizione per il rinnovo contratti, la contrattazione iniziamola subito. Cominciamola a discutere già adesso. Questa è una cosa che si può fare e governo e maggioranza sono disponibili.

Ci sono alcune questioni sollevate - ha aggiunto la deputata dem - che sono giuste. Il comma 566, ad esempio, che riconosceva la norma per ampliare le competenze professionali all'interno dello Stato-Regioni va semplicemente applicata. Non c'è bisogno di nuove leggi. Diamo conseguenza a ciò che abbiamo già scritto. Il Dl Agosto ha legittimato le attività di intramoenia. Se l'abbiamo legittimata, allora estendiamola anche oltre il periodo dell'emergenza.

iscriviti al webinar gratuito >

Commento (0)