Nurse24.it

Politica Infermieri

Violenza contro gli infermieri, Silvestro interroga Lorenzin

di Redazione

Aggressioni che evolvono in violenza fisica ai danni degli infermieri, un fenomeno in preoccupante aumento. Questo il tema dell’interrogazione presentata in Senato da Annalisa Silvestro, che ha chiesto al ministro Lorenzin azioni concrete per la tutela dei professionisti sanitari.

Silvestro sulla violenza contro gli infermieri: Potenziare la sicurezza

Le firme dei Senatori della Commissione Sanità del Senato all'interrogazione sulla violenza contro gli infermieri

Quello delle violenze ai danni degli infermieri è un fenomeno in continuo aumento; fra gli ultimi episodi, quello dell’infermiere brutalmente aggredito a colpi di casco al Cardarelli di Napoli.

Proprio da questo evento parte l’interrogazione di Annalisa Silvestro, depositata al Senato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 10 maggio.

Gli episodi di violenza all'interno degli ospedali – recita l’interrogazione - in particolar modo dei punti di Pronto soccorso, dei servizi di psichiatria e delle farmacie operanti nelle 24 ore, rappresentano un fenomeno in continuo aumento.

Le aggressioni spesso – continua - non si limitano solamente alle offese verbali, ma il più delle volte evolvono nella violenza fisica, con esiti che possono arrivare fino alla morte.

Una concausa del fenomeno violenza è rappresentata dalla “situazione di perenne emergenza con strutture di Pronto soccorso sovraffollate, carenza di personale e turni massacranti, fattori che contribuiscono ad alimentare l'esasperazione dei cittadini”.

Si chiede così l’intervento del ministro della salute, Beatrice Lorenzin, e del ministro dell’interno Minniti, affinché adottino al più presto azioni volte a proteggere i professionisti che vengono brutalmente aggrediti durante l'esercizio delle loro funzioni, professionisti che spesso sono costretti a lavorare senza indossare il tesserino per non essere riconosciuti.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)