Nurse24.it
scopri il programma della pediatric masterclass

sardegna

Concorso infermieri Ares, nuova prova scritta dopo stop Tar

di Redazione

In ottemperanza alla sentenza del Tar Sardegna n.5/2024, si procede a rideterminare il diario della prova scritta e alla convocazione di tutti i candidati ammessi al Pubblico Concorso Unificato, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 118 posti di Infermiere. Dopo l’annullamento da parte del Tar, nuova prova scritta quindi per 1.724 candidati al concorso bandito da Ares Sardegna. Prima convocazione, lunedì 19 febbraio.

Sardegna, nuova convocazione per il concorso pubblico per 118 infermieri

Arriva, da parte dell’Ares, la nuova convocazione per il concorso pubblico unificato per infermieri: i candidati dovranno (senza alcun ulteriore preavviso) presentarsi per la prova scritta, muniti di documento di identità in corso di validità, nella sede della Fiera Internazionale della Sardegna (ingresso piazza Marco Polo a Cagliari, Padiglione G), in quattro sessioni – secondo il calendario stilato dall'Ares in ordine alfabetico –; la prima è lunedì 19 febbraio alle 10, la seconda lo stesso giorno alle 13:30, la terza martedì 20 alle 9:30 e la quarta martedì 20 alle 12:30.

Accogliendo le ragioni dei candidati ricorsisti, il Tar aveva annullato il maxi concorso per l’assunzione di 118 infermieri indetto dall’Ares Sardegna. Al centro della contestazione, la decisione della commissione esaminatrice di imporre ai candidati che la prova scritta venisse effettuata mediante domande a risposta multipla, nonostante il bando prevedesse che la prova dovesse invece consistere nello svolgimento di un tema o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica su temi inerenti lo specifico profilo professionale, stabilendo solo per la prova preselettiva un test strutturato su una serie di domande a risposta multipla.

In palio, 118 posti a tempo indeterminato: gli iscritti iniziali erano 1700, poi alla Fiera di Cagliari si erano presentati in 1100 e in 448 avevano superato la prima selezione. I giudici, che avevano “congelato” la procedura concorsuale a dicembre, accertata l’illegittimità delle modalità di svolgimento della prima prova scritta, avevano ritenuto fondato il ricorso, imponendo la riedizione dell'intero procedimento.

Scopri i master in convenzione

Commento (0)