Nurse24.it

Attualità Infermieri

A Natale puoi. Buon Natale a tutti dai vostri infermieri

di Mimma Sternativo

A Natale puoi realizzare che la vera ricchezza da saper custodire è donare.

A Natale puoi fare quello che non hai fatto mai

A Natale puoi.

È Natale e a Natale si può fare di più, è Natale e a Natale si può amare di più, è Natale e a Natale si può fare di più per noi: a Natale puoi.

Milano. È notte. È Natale. Ci si aspettava meno gente in corsia. Son diminuiti i "fuori sede" e qualcuno è andato in vacanza, ma non mancano gli anziani, i senzatetto aumentano e nemmeno stanotte manca Lei.

Lei che è arrivata a notte fonda, accompagnata da un amico. Sofferente, impaurita, con qualche livido qui e lì e un bel "bernoccolo" in testa.

Cos'è successo? Sono inciampata, ho sbattuto contro l'armadio, hai detto.

Bastava guardarti negli occhi per capire che non era così. E tu sapevi. Ci ho provato, ci abbiamo provato...

Eppure la paura di quelle minacce è stata più forte. Sai, è stata dura accettare i nostri limiti: i miei di non poterti assicurare che qualcuno ti avrebbe davvero difesa da quell'uomo, i tuoi di aver ceduto alle sue parole ed esser tornata indietro. Buon Natale piccola grande donna... "a Natale puoi!"

Buon Natale anche a te, caro vecchio uomo abbandonato dai propri cari in un letto di astanteria.

A chi importava se stavi bene o meno? C'era solo la richiesta di rispedirti a casa come un pacco postale su un taxi o di ricoverarti per non intralciare le feste.

No, non avrei proprio voluto metterti su quel taxi. A Natale si può amare di più.

Ci sono molte cose, credo, che possono avermi fatto del bene senza che io ne abbia ricevuto profitto e Natale è una di queste, un periodo di gentilezza, di perdono, di carità, di gioia nel quale uomini e donne sembrano concordi nello schiudere liberamente i cuori serrati e nel pensare alla gente che è al di sotto di loro come se si trattasse realmente di compagni nel viaggio verso la tomba, e non di un’altra razza di creature in viaggio verso altre mete (Charles Dickens)

Buon Natale a chi il Natale lo vivrà in un letto, a chi è solo, a chi sa che ha poche probabilità di viverne altri.

Buon Natale al personale, che per essere in corsia non festeggerà con la propria famiglia, a chi saprà portare un po' di allegria anche ai meno felici.

Buon Natale ai colleghi simpatici e a quelli che simpatici proprio non lo sono. Ai medici, agli Oss.

Buon Natale a tutti dai vostri infermieri.

P. S. Caro Babbo Natale, non dimenticare di portare nel sacco le nostre competenze finalmente riconosciute.

È Natale e a Natale si può fare di più per noi: a Natale puoi.

NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)