Nurse24.it

dalla redazione

Allarme botulino nel pesto genovese

di Mimma Sternativo

53eba983c09b2ad2c10bfc8ddb9a07aa

MILANO. Non mangiate quel pesto.

Allarme per sospetta presenza di botulino nel pesto genovese.

E' stata la stessa ditta produttrice nella notte tra venerdì e sabato a lanciare l'allarme. Vasetti in vetro contenenti pesto genovese della ditta Bruzzano Ferrari di Genova potrebbero contenere tracce di botulino. Iniziato già il ritiro degli stessi dagli scaffali dei supermercati, ciò non esclude che alcune confezioni possano essere state acquistate. I vasetti di pesto, sotto accusa riportano data di scadenza 9 agosto 2013. I consumatori che hanno eventualmente acquistato il pesto di questa ditta sono invitati a restituirlo al punto di acquisto.

"il clostridium botulinum" è un batterio Gram+, la cui tossina causa una grave intossicazione alimentare. I sintomi sono paralisi flaccida,debolezza muscolare, diplopia, difficoltà del movimento, paralisi dei muscoli respiratori.
 Come ha spiegato Gianfranco Corgiat, responsabiole della sezione Prevenzione della Regione Piemonte " è una tossina molto potente, che se attiva potrebbe causare la morte di chi lo ingerisce".

Sono in corso accertamenti delle ASL per valutare l'estensione dell'allerta sul territorio. Sulle merci ritirate in corso ulteriori controlli per definire l'effettivo rischio sanitario.

 

 

Sindacalista

Commento (0)