Nurse24.it

Editoriale

Christmas Blues e le malinconie natalizie

di Redazione

Il periodo delle feste natalizie viene considerato un momento unico e speciale da passare con parenti e amici. Lo scambio dei doni, la corsa a comprare e, perchè no, comprarsi dei regali ci rende tutti euforici. Inoltre le città si addobbano rendendo le vie romantiche grazie ad un fantastico luccichio di luci. Le strade sono piene di persone che girano anche solo per il gusto di ammirare le vetrine dei negozi.

Per alcuni, invece, questi giorni di feste possono essere un momento di vero sconforto. Un misto di malinconia e tristezza che spesso vengono scambiati, erroneamente, come sintomi di una depressione. È invece corretto parlare di una sindrome che ha un nome e un cognome, Christmas blues.

Christmas blue (triste natale) è una celebre canzone natalizia americana. Scritta nel 1948 da Billy Hayes e da Jay W. Johnson, fu cantata da Ernest Tubb. Ma fu  Elvis Presley a farla diventare un'icona delle canzoni di natale. Nonostante un ritmo veloce e allegro è un testo triste in cui si parla della mancanza di un proprio caro nel periodo delle feste natalizie.

La privazione del poter passare un momento di allegria senza una persona amata è una delle cause ma non l'unica. In un natale dove oggi il suo significato è andato oramai perso, sostituito da un consumismo aberrante, gli individui che hanno difficoltà economiche sentiranno maggiormente il problema rispetto ad altri periodi dell'anno.

È anche un periodo in cui si tirano le somme dell'anno in corso. Storie d'amore finite, delusioni avute da amici o parenti, un posto di lavoro cui si ambiva e che non è mai arrivato.

Sono tanti gli episodi negativi che inevitalbilmente si subiscono in un anno. Ci sono persone che per carattere riescono a farsi scivolare via tutto riuscendo a reagire alle avversità. Persone che accumulano per poi esplodere all'improvviso. E c'è anche chi rimane impantanato in uno stato di tristezza e non riesce ad uscirne. E ripetiamo che non sempre bisogna parlare di depressione.

Come bisogna reagire? Il sito Americano counsellingresource.com, che si avvale delle consulenze di esperti del settore dei disturbi mentali, propone 5 metodi per provare ad evitare o ridurre il blues.

Accettare il proprio stato riconoscendo il problema evitando di incolpare se stessi se non si riesce a festeggiare nello stesso modo di amici o parenti.

Mangia, dormi e rilassati. Sembra il titolo di un film, invece sono solo dei semplici rimedi per provare a passare questo periodo.

Tenersi in attività. Chiamare un amico, ascoltare canzoni, vedere film preferiti. Tutti modi per tenere il cervello alla larga dai brutti pensieri.

Andare a caccia della luce. Sia in casa, sia fuori è importante vivere in ambienti illuminati. Se fuori la giornata è grigia, accendere le luci di casa e illuminarla al massimo. Se fuori è una bella giornata, una passeggiata sotto il sole è il miglior rimedio naturale.

Aiutare gli altri. Provare a farlo in un momento in cui tutto va storto farà sentire la persona importante. In fondo il vero senso del natale è anche nell'aiutare chi ha bisogno. E se si riesce a regalare un sorriso ogni tristezza e malinconia verrà aiutata a guarire.

Commento (0)