Nurse24.it

IPASVI

Giornata Internazionale dell'Infermiere: l'augurio di Mangiacavalli

di Sara Di Santo

12maggio2016

"La strada non è in discesa, ma non sono gli ostacoli endogeni ed esogeni alla professione che ci fermeranno"

In occasione della giornata internazionale degli infermieri del 12 maggio non poteva mancare l'intervento della presidenza della Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI, così Barbara Mangiacavalli ha indicato nell'affermazione del ruolo e della professionalità il filo conduttore del significato della festa per questo 2016.

Barbara Mangiacavalli invia il suo augurio a tutti gli infermieri in occasione della loro giornata internazionale.

Barbara Mangiacavalli invia il suo augurio a tutti gli infermieri in occasione della loro giornata internazionale.

Puntuale e accorato l'augurio di Mangiacavalli che coglie l'occasione della festa degli infermieri per ribadire la necessità di "affermare, proclamare con chiarezza e difendere la loro immagine" a fronte degli innumerevoli episodi di cronaca che troppo spesso non hanno nulla a che fare con la professione dalla "P" maiuscola e che "la nascondono dietro a un velo che offusca gli occhi di chi dovrebbe guardare all’infermiere come la soluzione dei suoi problemi di salute."

La festa di oggi, secondo quanto sostenuto da Mangiacavalli, deve rappresentare uno slancio per affrancarsi da accuse e attacchi sterili alla categoria e un rinnovato spirito orientato verso una crescita continua della professione, dal punto di vista clinico e organizzativo, a difesa di quello che ne resta comunque il fondamento: il prendersi cura.

Insieme all'annuncio dell'imminente avvio del tavolo sull'infermieristica al Ministero della Salute, durante il quale si delineeranno elementi di grande importanza per la professione, la presidente della Federazione dei Collegi Ipasvi avvalora la necessità di costituire un unico coro di voci affinché gli infermieri si facciano realmente sentire "nella definizione dell’assistenza e nel rispetto dei bisogni dei pazienti, ma anche nelle decisioni sulle politiche del personale e in tutte le scelte in materia di salute."

Se tutto il mondo oggi celebra la nostra professione dobbiamo essere proprio noi a credere per primi in un cambiamento possibile; siamo arrivati fin qui non senza fatica e non senza fatica procederemo. L'importante sarà non cedere alle lusinghe di una massa consapevole solo della propria esasperazione (per dirla con il collega Gramellini), ma perseguire la strada in salita, quella dell'impegno costante verso il modello futuro dell'assistenza, verso la concreta possibilità di essere riconosciuti non più come gregari, ma come protagonisti.

Approfittiamo anche noi della redazione di Nurse24.it per porgere i migliori auguri a tutti i colleghi infermieri!

Per leggere l'intero intervento della presidente della Federazione Nazionale Collegi Ipasvi: l'augurio di Barbara Mangiacavalli

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)