Nurse24.it
Scopri i webinar gratuiti su Salute.LIVE

Infermieristica

Dopo le proteste modificato il Decreto sui corsi di laurea

di Redazione

La comunità infermieristica era insorta unanime in merito al DM n.82 del 14 maggio 2020 "Modifica requisiti di docenza lauree per Infermieri”, che al comma 2 dell'art.1 prevedeva la possibiilità di compensare la riduzione di docenti universitari di riferimento individuano almeno due medici ospedalieri da indicare come personale medico di riferimento coinvolto per ogni corso di laurea in infermieristica. Su sollecitazione della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (FNOPI) è abrogato dal decreto del ministro dell’Università 29 maggio 2020 n. 137.

Infermieristica agli infermieri. Modificato il decreto

Le premesse del decreto 137 del Ministero dell'Universtà sottolineano e confermano la necessità per i prossimi due anni accademici di facilitare l’accreditamento e aumentare quindi il numero dei corsi universitari snellendone le previsioni quantitative di docenti per ogni corso per poter formare un maggior numero di infermieri da dedicare all’emergenza COVID, ma indicano anche la decisione di “soprassedere” all’inserimento di “due medici ospedalieri da indicare come personale medico di riferimento coinvolto per ogni corso di laurea in infermieristica”.

Il decreto stabilisce anche l’attivazione di un tavolo congiunto Ministero dell’università e della ricerca, Ministero della salute e FNOPI per un confronto istituzionale sulla riprogettazione dei percorsi formativi infermieristici, alla luce delle mutate esigenze del Servizio sanitario nazionale.

Soddisfazione e ringraziamenti arrivano dalla FNOPI al ministro dell’Università Gaetano Manfredi e il suo staff per aver valutato con attenzione, dopo le numerose interlocuzioni politiche con la Federazione, il problema dell’introduzione di ’non infermieri’ nei corsi di laurea in infermieristica.

Iscriviti

Commenti (1)

sdilillo

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Non proclamiamo vittoria troppo presto

#1

A mio parere credo sia presto a cantar vittoria visto che, l'abrogazione prevista mediante il DM 137 del 29/05/2020 riguarda solo ed esclusivamente il comma 2 dell'art. 1, ma comunque rimane in vigore il comma 1 dello stesso articolo che riduce il numero minimo degli infermieri docenti da 5 a 3 e il numero minimo dei professori a tempo indeterminato da 3 a 1 necessari per l'accreditamento dei CdL in Infermieristica;
c'è di positivo l'inserimento nel tavolo tecnico della FNOPI, che speriamo voglia spingere per un' implementazione a riguardo e all'inserimento di figure specialistiche all'interno dei CdL in questione.