Nurse24.it

Esami di laboratorio

Glicemia: Concentrazione di glucosio nel sangue

di Chiara Vannini

La glicemia, ovvero il valore della concentrazione di glucosio nel sangue, è tra gli esami di laboratorio richiesti di routine. La glicemia viene valutata in diverse modalità, a seconda del quadro clinico del paziente; pensiamo, ad esempio, alla curva di carico del glucosio e all’andamento dell’emoglobina glicata in relazione al controllo glicemico.

Analisi del sangue: La glicemia

Curva glicemica

Un valore sempre richiesto negli esami di laboratorio di routine è la glicemia (o glucosio). Poiché gli intervalli di valore che vengono forniti fanno riferimento alla glicemia a digiuno, è importante che il dosaggio di questo valore sia fatto appunto in queste condizioni o, in caso contrario, si avvisi il medico che ci si era alimentati.

La glicemia può essere dosata attraverso il prelievo venoso, ma anche attraverso l’emogasanalisi e il prelievo ematico capillare. Se si ha modo di confrontare le tre rilevazioni, si noterà come in realtà vi sia sempre un po’ di scarto, anche se di norma poco rilevante.

Curva di carico del glucosio

La glicemia può essere rilevata nei diversi momenti della giornata, per valutare la sua fluttuazione prima o dopo i pasti. È possibile anche eseguire la curva di carico del glucosio, esame in cui si rileva attraverso prelievo venoso la glicemia a digiuno, si fa poi assumere per via orale una soluzione con un’alta concentrazione di glucosio e si va infine a dosare ad intervalli regolari (di norma ogni 30 minuti) le variazioni della glicemia nel sangue, per studiare come il glucosio venga smaltito dall’organismo e quanto velocemente.

Emoglobina glicata

L’emolgobina glicata (HbA1c) o emoglobina glicosilata è invece un valore che va a monitorare l’andamento della glicemia in un arco di tempo. È un valore utile a comprendere:

  • in un paziente diabetico se il suo diabete è più o meno compensato e riadattare di conseguenza la terapia
  • fare diagnosi di diabete di nuova insorgenza

L’HbA1c va a valutare l’andamento della glicemia negli ultimi 3- 4 mesi in relazione alla vita dei globuli rossi (che trasportano l’emoglobina) che è di circa 90-120 giorni. Il peso maggiore del valore finale è dato dall’andamento della glicemia nelle settimane subito prima della rilevazione.

Glucosio

Mg/dl

Milligrammi per decilitro

60 - 100 (a digiuno)
Emoglobina glicata % 4 / 5-6%

Andamento dell'emoglobina glicata

Per valutare l’andamento dell’Hb glicata in relazione al controllo glicemico, si utilizza la percentuale. Nella tabella di seguito vengono indicate le varie percentuali e il controllo glicemico del diabetico:

Emoglobina glicata Controllo glicemico
<6,3% Ottimo
6,3% - 7,1% Buono
7,1% - 9% Mediocre
>9% Cattivo

Rapporto tra emoglobina glicata e glicemia media

La tabella di seguito riporta, invece, il rapporto fra valore di Hb glicata e glicemia media. Questo serve al medico per comprendere il reale andamento dei valori glicemici nei mesi che precedono il prelievo ematico:

HbA1c (%) Glicemia media (mg/dL)
5 90
7 150
8 180
9 210
10 240
11 270
12 300
NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari
Articoli correlati

Commento (0)