Nurse24.it

Esami di laboratorio

PCR, la proteina C reattiva

di Chiara Vannini

La proteina C reattiva (PCR) è una proteina prodotta dal fegato, il cui aumento nel torrente ematico è sintomo di infiammazione in corso nell’organismo. Si tratta di un esame di laboratorio il cui valore è aspecifico, nel senso che non indica il preciso sito di flogosi, ma è un ottimo indicatore che porta ad indagare la situazione clinica con esami più specifici.

Analisi del sangue: La PCR, proteina C reattiva

Provetta per analisi del sangue e termometro

La proteina C reattiva (PCR) è una proteina prodotta dal fegato; fisiologicamente non è presente nel sangue oppure lo è, ma in bassissime dosi.

Quando c’è un’infiammazione in corso nell’organismo, il suo valore aumenta e diventa dosabile in laboratorio.

Non è un esame di laboratorio specifico, perché non permette di identificare il sito di flogosi, ma è un ottimo indicatore che spinge ad indagare con esami ematici più specifici.

Il suo valore deve essere inferiore a 8 mg/l.

Quando si prescrive l'esame del sangue per la PCR

Il medico prescriverà il dosaggio della PCR nei casi in cui si debba:

  • valutare l'evolversi del processo infiammatorio;
  • stabilire l'efficacia di una terapia antinfiammatoria;
  • verificare il processo di guarigione di ferite chirurgiche, ustioni o simili;
  • valutare il rischio dello sviluppo di coronaropatie.

Trattandosi di un marcatore generale d'infiammazione, il valore della PCR servirà poi per prescrivere ulteriori indagini diagnostiche specifiche per il singolo caso.

NurseReporter
Corsi ecm fad, residenziali per sanitari
Articoli correlati

Commenti (1)

Maxzanardi

Avatar de l'utilisateur

1 commenti

Articolo conciso

#1

Articolo buono anche se molto conciso.. io aggiungerei, come si può vedere sull'analogo articolo di esamievalori, che "Un riscontro di proteina C-reattiva alta si associa ad uno stato flogistico. Le principali cause di PCR alta sono infezioni batteriche, fungine o virali, malattie reumatologiche, disturbi autoimmuni o ematologici e patologie neoplastiche (tumorali). Non va dimenticato però che il test per la proteina C reattiva è un esame che non consente di fare diagnosi di una precisa patologia, ma semplicemente è un “campanello d’allarme” del nostro corpo, colpito da uno stato infiammatorio."