Nurse24.it

Infermieri

Task force Protezione Civile 9.448 adesioni

di Redazione

Dalle ore 20.00 di giovedì 26 marzo era online il bando per reclutare 500 infermieri volontari da inviare nelle regioni più colpite dal coronavirus, sul modello di quello per 300 medici lanciato pochi giorni fa. Hanno risposto in 9.448 alla chiamata della Protezione civile per dare supporto, aiuto e collaborazione professionale ai colleghi delle zone d’Italia dove c’è il maggior numero di contagi e morti per COVID-19, quasi venti volte di più della richiesta.

Covid-19, la Protezione Civile chiama alle armi anche gli infermieri

Un bando per la creazione di una nuova task force di 500 infermieri volontari per il contrasto e la lotta all’epidemia di Coronavirus in Italia: è quanto emerso nel corso della consueta conferenza stampa nella sede romana della Protezione Civile.

La notizia era stata anticipata pochi minuti prima dal ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia: Anticipo che oggi partirà il bando per 500 infermieri volontari ha dichiarato al programma "La vita in diretta", in onda su Raiuno.

Il bando disponibile dalle ore 20.00 di giovedì 26 marzo alle 20.00 si sabato 28 marzo - arriva pochi giorni dopo quello relativo al reclutamento di medici, al quale hanno risposto quasi ottomila professionisti. Proprio oggi i primi 21 andranno in Lombardia. Ogni giorno arriveranno medici volontari che verranno qui, faranno il tampone e partiranno, coordinati dallo Stato.

Boccia poi ha lanciato un appello a tutti gli infermieri: Da stasera sarà possibile aderire alla task force della Protezione Civile, fate domanda, i primi 500 partiranno nel più breve tempo possibile. Tutto per aiutare questi eroi che sono in queste aree e tutti i giorni devono fare i conti con questo virus. Questa disponibilità volontaria ci ha dato forza in questi giorni e noi possiamo solo sostenerli ha concluso il ministro.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)