Nurse24.it

coronavirus

Spallanzani assume personale per essere pronto

di Redazione

Gli italiani si stanno rendendo conto, forse solo ora, di quanto sia indispensabile il lavoro dei medici e degli infermieri. Fanno un grande lavoro, che va alla ribalta solo in questi casi - ha commentato Marta Branca, Direttore generale dell'IRCCS Spallanzani di Roma - ma tutti i giorni sono in prima linea. Abbiamo assunto infettivologi, anestesisti, infermieri e operatori sociosanitari in più per essere pronti.

Stipendio più alto a infermieri e medici? Branca: sarebbe ottima cosa

È del tutto evidente che servono altri anestesisti rianimatori, altri infermieri e altri operatori sociosanitari. Per questo noi ci stiamo attrezzando, per essere pronti. Chiaramente lo stiamo facendo in modo graduale, mano a mano che arrivano le candidature, le selezioniamo e poi le addestriamo. Se poi riceveremo molte più domande, come mi auguro, spero che anche le altre aziende utilizzeranno poi queste risorse attingendo alla graduatoria, in modo da ottimizzare i tempi piuttosto che fare concorsi sprecando energie, tempo e denaro.

Lo racconta all'agenzia Dire la direttrice generale dell'Istituto nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, Marta Branca. Abbiamo assunto infettivologi, anestesisti, infermieri e operatori sociosanitari in più - prosegue Branca - e ora proseguiremo, con procedure veloci, anche se qualche giorno per forza ci vuole.

Essendo il nostro un ospedale specializzato in malattie infettive, il nostro personale deve conoscere alcune procedure, alcuni protocolli di sicurezza, quindi un paio di giorni di formazione specifica sono necessari.

Nello specifico lo Spallanzani ha richiesto 54 infermieri e 16 operatori sanitari, ad oggi abbiamo avuto richieste da parte di 26 anestesisti, ma probabilmente riceveremo anche altre domande. Finora - fa sapere Branca - abbiamo avuto una buona risposta e speriamo di continuare così, in modo tale che non ci mancherà mai il personale, né a noi né alle altre aziende.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)