Nurse24.it

Vaccini

Salvini: 10 obbligatori sono dannosi. Ed è subito bagarre

di Sara Di Santo

Ritengo che 10 vaccini obbligatori siano inutili, in parecchi casi pericolosi se non dannosi. A parlare è il ministro dell’Interno Matteo Salvini, la cui dichiarazione ha sollevato un polverone non da poco, con tanto di hashtag che rimpalla sui social al grido di #salvinata.

Vaccini, Gelli (PD): Dichiarazioni di Salvini gravissime

Sulla questione dei vaccini garantisco l'impegno preso in campagna elettorale nel permettere che tutti i bimbi entrino in classe, vadano a scuola, perché la priorità è che i bimbi non vengano espulsi dalle classi anche se non vaccinati.

Lo ha affermato Matteo Salvini, ministro dell'Interno, intervenendo telefonicamente a RadioStudio54 e dando il la ad una cascata di piccate repliche.

Quella di Matteo Salvini sui vaccini, secondo Maria Elena Boschi (PD), è la salvinata del giorno, perché affermare che i vaccini siano inutili, in parecchi casi pericolosi, se non dannosi è una bugia pericolosissima; se la dice chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese – ha scritto sui social Roberto Burioni, Professore di Microbiologia e Virologia all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano – è cosa molto preoccupante.

Severissimo anche il commento di Federico Gelli, responsabile Sanità del PD e padre della legge sulla responsabilità professionale, per il quale le dichiarazioni di Salvini sui vaccini sono gravissime e pericolose e dimostrano la sua totale ignoranza verso un tema così delicato.

I vaccini sono tutti salvavita – ha continuato Gelli - sono 10, non vengono fatti tutti insieme, ma seguendo un preciso calendario vaccinale elaborato dai massimi esperti della materia. Basta false informazioni scientifiche. Basta medioevo scientifico.

Insomma, ancora una volta alla dichiarazione del neo ministro dell’Interno è seguita una pioggia di critiche, sia da parte di esponenti della comunità scientifica ancora una volta insultata - per dirla con Gelli - che da esponenti politici come la senatrice Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo del Pd a Palazzo Madama, la quale ha sottolineato che il primo bilancio dopo le nuove prescrizioni sui vaccini per chi frequenta nidi, materne e scuole dell'obbligo è assolutamente positivo. Siamo riusciti finalmente a migliorare quell'immunità di gregge fondamentale per difendere i bambini più deboli.

Ho vaccinato i miei figli – ha aggiustato il tiro Salvini - non sono un no vax, ma ci sono tante reazioni avverse documentate.

A ribadire che i 10 vaccini proposti a tutela di tutta la popolazione e in particolare di tutti i soggetti più fragili che non possono essere vaccinati, sono sicuri, efficaci e indispensabili a garantire la protezione di tutta la popolazione verso malattie gravi, pericolose e potenzialmente mortali arriva anche un comunicato del Board del Calendario Vaccinale per la vita (Sip - Società Italiana di Pediatria, SItI - Società Italiana di Igiene, Fimp - Federazione Italiana Medici Pediatri, Fimmg - Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) e uno dall'Istituto Superiore di Sanità, che sottolinea: Se le persone non si vaccinassero, in breve tempo comparirebbero di nuovo malattie diventate poco frequenti, come la la difterite, la pertosse, il morbillo, la parotite.

Non tarda ad arrivare nemmeno il commento del ministro della Salute, Giulia Grillo, che ribadisce ancora una volta, e non mi stancherò mai di ripeterlo, che i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)