Nurse24.it
Scopri il corso su hecm.it

previdenza

Invalidità riconosciute per patologie dell’apparato digerente

di Pier Raffaele Spena

Tra i temi più cari alle persone affette da una patologia dell’apparato digerente o che vivono una condizione come la stomia, sicuramente la previdenza è nella parte alta della classifica. Molti si affidano al web per reperire informazioni, ma questo non basta perché la materia è vasta e perdersi in interpretazioni errate o superficiali, è ricorrente. Lo sanno bene i componenti delle commissioni per la determinazione del grado di invalidità, spesso accusati di non essere abbastanza “comprensivi” al momento della valutazione.

Patologie dell’apparato digerente, le invalidità riconosciute per legge

Tutto è disciplinato da norme di riferimento che stabiliscono, in base alla situazione, percentuali ed eventuali benefici.

Nella tabella seguente sono riportate alcune patologie più comuni dell’apparato digerente con la forbice dei valori minimi e massimi dell’invalidità riconosciuta.

Accanto ad alcune patologie sono riportati quattro livelli di compromissione funzionale, corrispondenti ad altrettante classi.

Codice Patologia Min.* Max.* Fisso*
8201 Ano preternaturale iliaco sinistro 41
6418 Colite ulcerosa (classe III) 41 50
6419 Colite ulcerosa (classe IV) 61 70
6420 Diverticolosi del colon (classe II) 21 30
6421 Diverticolosi del colon (classe III) 40 50
6458 Morbo di Crohn (classe I) 15
6459 Morbo di Crohn (classe II) 21 30
6460 Morbo di Crohn (classe III) 41 50
6461 Morbo di Crohn (classe IV) 61 70
6202 Cistectomia con derivazione nel sigma 41 50
8208 Cistectomia con derivazione esterna o
con neovescica e scarso controllo sfinterico
61 60
6205 Ritenzione urinaria cronica
con catetere a permanenza
46
6206 Ritenzione urinaria cronica con cateterismo saltuario 25
6207 Ritenzione urinaria cronica con cateterismo plurisettimanale 35
9322 Neoplasie a prognosi favorevole con
modesta compromissione funzionale
11
9323 Neoplasie a prognosi favorevole
con grave compromissione funzionale
70
9325 Neoplasie a prognosi infausta o probabilmente
sfavorevole nonostante asportazione chirurgica
100
Estratto delle tabelle di invalidità (*valori espressi in percentuale)
Fonte: D.M. Ministero della Sanità - 5 febbraio 1992

Inoltre, con la legge n.104 del 1992 (legge quadro sull'invalidità) si stabiliscono i diritti dei portatori di handicap sia per quanto concerne l'educazione, l'istruzione e la formazione professionale sia per quanto riguarda l'integrazione lavorativa ed il collocamento obbligatorio.

L’articolo 33, comma 3 della legge 104 si occupa più nello specifico delle agevolazioni previste per i lavoratori e familiari assistenti di parenti con handicap in situazione di gravità in possesso dei requisiti.

Esistono, inoltre, altri diritti specifici sanciti, quali, per esempio, l'esonero al servizio di leva (legge 269/91 art.10) e all'esenzione dell'uso delle cinture di sicurezza in auto.

Corsi ecm fad, residenziali per sanitari

Commento (0)