Forum : Studenti Infermieri Oggi è 20 lug 2019 16:06

Messaggioda Lilly 24 feb 2017 16:11

Questa ve la devo proprio raccontare :choque:
Innanzitutto, ciao a tutti.
Scusate la fretta, ma mi è successa una cosa che non posso fare a meno di condividere, perché mi ha parecchio colpita.
Sono una studentessa di Infermieristica al terzo anno e attualmente sono in tirocinio in pronto soccorso.
Qualche giorno fa ero in turno in triage e, assieme alla mia infermiera di riferimento per quel giorno, stavamo prestando le prime cure ad una paziente anziana, che si era presentata accompagnata dalla figlia.
"Signorina, ho caldo, apra la finestra per cortesia". Così ho aperto la finestra che si affaccia su un piccolo cortile interno dell'ospedale.
Poi mi sono allontanata solo di qualche passo, seguendo l'infermiera che mi aveva chiamata per aiutarla ad inserire i dati al pc.
Tempo nemmeno due minuti e mi sento chiamare di nuovo, questa volta dalla figlia della paziente.
"Signoriiiiina, preeeeesto, venga qui e chiuda quella finestra. Guardi là cosa sta succedendo, ma è roba da matti!!"
Io mi giro, guardo la signora che, paonazza, sbraitava in preda ad una crisi quasi isterica. Poi guardo la finestra... inizialmente non capivo quale fosse il problema; l'anziana signora era riparata dagli spifferi d'aria, ci avevo pensato prima di aprire. La finestra era bloccata, quindi non poteva sbattere addosso a nessuno. Non capivo...
Poi mi avvicino alla parente e mi metto a guardare la cosa dalla sua prospettiva.
Ok. Ora capisco.
Quella finestra si affaccia su un cortile interno dell'ospedale, ma non è l'unica a farlo. Il problema stava in quello che stava succedendo nella fantomatica "finestra di fronte".
La signora sbraitava tanto, inveendo contro un sistema marcio e deplorevole, perché davanti ai suoi occhi si stava consumando un chiarissimo rapporto sessuale. In ospedale. I protagonisti indossavano visibilmente due divise da operatori sanitari. Per l'esattezza, era il classico cliché: l'infermiera e il medico.
Vi assicuro, si distinguevano benissimo le divise, perché erano appiccicati al vetro che, per quanto offuscato, non è mai comunque completamente oscurante.
Non vi dico l'imbarazzo.
Nel frattempo gli infermieri e gli oss che si erano accorti della cosa, sono corsi verso l'ambulatorio in questione per impicciarsi e vedere in faccia i due focosi colleghi.
E io, con il viso che si è colorato di tutte le tonalità di rosso esistenti sulla terra per la vergogna, sono stata "abbandonata" a gestire la crisi isterica della signora che, dimenticandosi anche della madre malandata, continuava ad indignarsi per tanta indecenza.
"In che mani siamo, ma non vi vergognate, ma queste sono cose da denuncia, ma io non posso crederci, ma voi, ma qui, ma insomma..."
Probabilmente qualcuno si starà anche facendo una risata, ma io vi assicuro che lì per lì è stato molto, molto brutto.
Io non so se ad altri è capitata una cosa simile, ma poi non c'è da stupirsi se il cliché degli ospedali covo di allupati è difficile da cancellare dall'immaginario comune.
"Fate l'amore, non fate la guerra". Va bene. Per carità.
Però queste son cose che la gente, gli utenti, non dimenticano. E che raccontano a tutti quelli che conoscono. E si crea un effetto a cascata che va a minare le fatiche che tutti i giorni gli infermieri fanno.
Non so, forse sono esagerata io.
Però ho provato sulla mia pelle tanta vergogna, perché non sapevo proprio cosa dire alla signora per calmarla (tra l'altro non è nemmeno tanto giusto che sia rimasta io lì da sola... ma vabbè)
E dire che ho sempre pensato di essere bravina con le parole. O comunque, in genere, mi tiro fuori dagli impicci.
Qui proprio non sapevo come fare, era una belva e non sentiva ragioni... :?
Ho balbettato qualcosa, ma fondamentalmente ho incassato una valanga di insulti!
Non so... a voi è capitato qualcosa di simile??

Ciao,
Lilly
Avatar utente Lilly
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 24 feb 2017 15:46

Messaggioda elenagranara 26 feb 2017 19:21

e cara ragazza come ti capisco io sono grande ho 50 anni e quando ero + piccola facevo volontariato in croce bianca e di cose di questo genere ne ho viste .....dottori osa e infermieri una ne pensavano e cento ne facevano .poi sono diventata osa pure io ma essendo che a quel tempo ero fidanzata con il mio attuale marito che x giunta è siciliano i miei colleghi uomini stavano tutti alla larga ma capisco te e la tua situazione tragicomica al pronto soccorso e auguri x il tuo futuro
elenagranara
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 26 feb 2017 19:03

Messaggioda Lilly 28 feb 2017 11:28

Grazie per gli auguri Elena! E grazie per avermi risposto con la tua esperienza...
Sarei proprio curiosa di sapere se qualche studente come me ha visto cose del genere in questi anni.
Io se ci ripenso ancora mi imbarazzo per la tanta ira di quella signora.
Però ammetto che adesso anche io ci rido sopra...
Ciao e auguri anche a te per tutto.

Lilly
Avatar utente Lilly
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 24 feb 2017 15:46


Torna a “Studenti Infermieri”



cron