Protesta Infermieri

Mancano gli infermieri, a Nuoro scatta il sit-in

di Redazione

Mancano infermieri all’Assl di Nuoro e i sindacati annunciano lo sciopero, dopo che l'azienda si era impegnata ad assumere nuovo personale. Impegno rimasto però solo sulla carta.

Assl Nuoro, mancano infermieri. Sindacati sul piede di guerra

ospedale

All'Assl di Nuoro c'è urgente bisogno di infermieri

Che la situazione fosse in emergenza all’Assl di Nuoro si sapeva da tempo. Tanto che i sindacati avevano raggiunto un accordo con l’azienda, che si era impegnata a colmare il fabbisogno di infermieri e assistenti socio sanitari nel giro di breve. Invece, alle parole non sono seguiti i fatti. Così adesso la Rsu ha annunciato un sit-in di fronte alla sede della Assl di via Demurtas per il 27 novembre e a breve sarà sciopero generale.

Non possiamo garantire neanche i livelli minimi di assistenza – dice Annarita Ginesu coordinatrice delle Rsu dell’ospedale San Francesco di Nuori - e si stanno manifestando malattie da stress per il personale oberato di lavoro. Ma ciò che è più grave è che è stato sospeso il servizio domiciliare per i pazienti oncologici. Insomma a farne le spese sono anche i pazienti più deboli e più bisognosi di assistenza. Tutto questo non si può tollerare.

E non solo, l’Assl di Nuoro ha anche licenziato 48 infermieri assunti a tempo determinato. E su questo annunciano battaglia Cgil, Cisl, Uil e Nursind. Ora apprendiamo dell'imminente licenziamento di 48 infermieri assunti a tempo determinato - spiegano i rappresentanti dei sindacati - e all'ospedale San Francesco sarà vera emergenza. Chiediamo che le unità operative abbiano personale idoneo in tutti i reparti, quindi chiediamo la stabilizzazione dei precari, solo così si può fare programmazione.

Commento (0)