Infermiera

Infermiera finisce nei guai per evasione fiscale a Pavia

di Redazione

Lavoro extra non autorizzato ed evasione fiscale. Così è finita nei guai un’infermiera di Vigevano che avrebbe percepito “oltre 283mila euro mai dichiarati all’erario”.

Lavoro extra: Infermiera evade oltre 280 mila euro e finisce nei guai

Prestazioni extra non autorizzate ed evasione fiscale per 280mila euro

Oltre al suo lavoro di infermiera all’ospedale di Vigevano, in quanto dipendente dell'azienda sociosanitaria territoriale di Pavia, tra il 2011 e il 2015 avrebbe lavorato anche per società ed enti privati "percependo oltre 283.000 euro mai dichiarati all’erario".

Per questo nel pavese è finita nei guai un’infermiera per la quale, dopo le indagini delle Fiamme Gialle, è scattato anche l’intervento del Nucleo speciale anticorruzione (trattandosi di dipendente pubblico), che "ha provveduto a effettuare le contestazioni derivanti dall’aver svolto incarichi extra professionali in assenza delle previste autorizzazioni".

Prestazioni extra non autorizzate, dunque, delle quali la donna, inoltre, non avrebbe dichiarato i redditi.

Le contestazioni mosse, oltre alle conseguenze di natura disciplinare che saranno avviate e seguite dall'ente di appartenenza, "prevedono il recupero dei compensi relativi agli incarichi extra istituzionali ricoperti negli ultimi 10 anni".

Le medesime sanzioni sono state contestate agli enti privati che si sono avvalse della collaborazione dell’infermiera "senza premunirsi delle previste autorizzazioni".

Commento (0)